Parcheggi, il Comune vuole migliorare l’accessibilità al centro

Il sindaco di Chivasso ha dato il via libera ai lavori per quattro nuove aree di sosta. 

Parcheggi, il Comune vuole migliorare l’accessibilità al centro
Chivasso, 21 Dicembre 2019 ore 07:44

Parcheggi, il Comune vuole migliorare l’accessibilità al centro. Il sindaco di Chivasso ha dato il via libera ai lavori per quattro nuove aree di sosta.

Per una migliore accessibilità al centro

L’Amministrazione del sindaco Claudio Castello, fin dal suo insediamento, ha puntato sulla mobilità sostenibile, così come previsto nel piano di sviluppo della città. E proprio  per consentire una migliore accessibilità al centro storico dai quattro punti cardinali sono stati previsti dei nuovi parcheggi. Alcuni già realizzati, altri in fase di cantierizzazione ed altri ancora in fase di studio.

 Ecco la cartina dei posti auto di cui Chivasso potrà godere a breve termine.

4 foto Sfoglia la gallery

Parcheggi

Con la ristrutturazione e l’ampliamento del cimitero sono stati ricavati 74 nuovi posti.

Entro il mese di gennaio 2020 saranno disponibili i 78 posti previsti al Movicentro che sicuramente torneranno utili per i pendolari che fanno riferimento alla stazione di Chivasso.

È stato da poco inaugurata la ristrutturazione dell’area dell’ex campo dell’Enel. Un bel progetto che ha regalato alla città una piazza, una camminata sullo stile dei lungomari liguri, ma soprattutto ha  portato 90 posti auto. Un numero davvero consistente che riesce a decongestionare questa zona  dove la sosta era difficile e caotica. E poi soprattutto, ha riportato all’onore un angolo della città in pieno degrado.

Sempre nel 2020  (c’è già infatti il progetto definitivo approvato in Giunta) saranno ricavate, in via Orti, 150 zone per la sosta. Un’area molto importante e a servizio del mercato del sabato. 

Vale la pena soffermarsi sullo studio di fattibilità per ricavare 200 parcheggi  in  viale Vigili del Fuoco, via Mezzano e via Togliatti con accesso da via Mezzano è uscita su via Togliatti. Salvaguardando il più possibile le alberate esistenti i parcheggi a 45 gradi a lisca di pesce avranno una corsia di manovra larga 6 metri. Come ci tiene a far notare sindaco Claudio Castello, gli alberi verranno ripiantumati. La corsia di manovra sarà asfaltata, mentre i parcheggi saranno realizzati con «prato armato», ovvero autobloccanti più erba. I costi saranno coperti con l’avanzo di Amministrazione e, si spera, il cantiere termini entro il 2021.

Proseguiamo con la cartina dei posti auto di cui dispone la Città di Chivasso: ricordiamo i 70 parcheggi ad uso pubblico all’ex concessionaria Vasas,  che servono quindi la parte est della città.

Nell’ex concessionario Bono  di stradale Torino 22 posti ad uso pubblico che servono l’ovest di Chivasso. 

Il commento

“Ascoltando le istanze di commercianti e degli operatori, abbiamo voluto investire nelle infrastrutture a servizio della città – commenta il sindaco Castello -. Questi parcheggi sono proprio un sostegno al commercio locale perché migliorano l’accessibilità al centro storico. Noi intendiamo anche acquistare dei bus elettrici che appunto dai parcheggi periferici conducono al centro della città”.

 In tutto l’Amministrazione Castello, durante il suo mandato, regalerà alla città  529 parcheggi.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità