CIGLIANO

«Altri sprechi, 75mila euro per un’area fitness»

Testore sottolinea anche lo spostamento del mercato sino al marzo 2025 per gli interventi del centro

«Altri sprechi, 75mila euro per un’area fitness»
Pubblicato:

«Lo spreco di denaro dei cittadini continua inesorabile e sempre con maggiore intensità». Così Giorgio Testore a nome della lista commenta la nuova determina dell’ufficio lavori pubblici.

«Altri sprechi, 75mila euro per un’area fitness»

«La determinazione 13 a firma di Alessandro Cetani con cui, rifacendosi ad una delibera di indirizzo della Giunta Marchetti, assegna i lavori per la costruzione della nuova area fitness per un costo complessivo di 75 mila euro, oltre le spese di progettazione. - commenta Testore - Il tutto da costruirsi nel vecchio parco giochi. Su questo lavoro, Cetani dovrebbe incamerare, da contratto di lavoro e vista la sua mansione in seno al Comune, ulteriori 1.400 euro, sempre pagati con i soldi dei ciglianesi. Ma non finisce certamente qui “l’accanimento terapeutico” sul territorio comunale da parte della Amministrazione Marchetti: con una ordinanza a firma del Responsabile del Servizio di Polizia Locale Claudio Milano, infatti, viene prorogato lo spostamento del mercato settimanale al 27 marzo 2025 dichiarando che tale proroga “viene fatta per i lavori di riqualificazione del centro storico di Cigliano e lavori di restauro della torre campanaria comunale e dell’adiacente struttura coperta denominata Ala”. Quindi, pur mancando solo due mesi alle elezioni e senza aver fatto nulla di significativo, negli ultimi 4 anni e mezzo, questa Amministrazione vuole perseguire lo spreco di ben 3.130.000 euro di denaro dei ciglianesi. Con marciapiedi disastrati, strade piene di buche e molte poco pulite, un decoro urbano che non ha mai toccato livelli così bassi, bambini della scuola materna costretti a giocare su un finto prato ed in aule non certamente ideali, impianti sportivi indegni e mal tenuti, un Comune che ha tantissimi problemi di gestione degli uffici a partire dai Vigili Urbani ormai ridotti all’osso ed un ufficio tecnico che continua a produrre disservizi ai cittadini, l’Amministrazione Marchetti butta letteralmente via 3.500.000 euro. E’ l’ennesima dimostrazione della totale e conclamata mancanza di una visione concreta e di programmazione della attività oltre che il sostenere dei costi facendo opere solo finalizzate alla campagna elettorale. Solo per dire “questo lo abbiamo fatto noi”! Ma a che prezzo? Di tutto questo risponderà non solo il sindaco ma tutti quelli che lo sostengono e che in questi anni non hanno mai fatto nulla per prenderne le distanze».

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali