chivassese

Aspettando la 1000 Miglia

La «corsa più bella del mondo» attesa nel Chivassese martedì 11 giugno

Aspettando la 1000 Miglia
Pubblicato:
Aggiornato:

Anche se al momento di andare in stampa non vi era ancora nulla di ufficiale (il percorso sarà infatti reso noto solo poco prima della partenza), è (molto) probabile che martedì 11 giugno la 1000 Miglia, definita da Enzo Ferrari come «la corsa più bella del mondo», attraversi il territorio chivassese.

Aspettando la 1000 Miglia

Per la prima volta nella storia della rievocazione, infatti, la 1000 Miglia farà tappa a Torino, anche se per la verità la Freccia Rossa non è totalmente nuova al capoluogo piemontese dal quale passò nel 1947 e nel 1948 ai tempi della gara di velocità.
L’arrivo sportivo della manifestazione è previsto nel Quartiere Barca, dove negli spazi dell’Iveco Industial Village di via Settimo, si terrà il Controllo Orario di fine giornata previsto alle ore 18.45 per il Ferrari Tribute e alle 20
per la 1000 Miglia. Oltre al convoglio dei circa 420 esemplari unici prodotti dal 1927 al 1957 e alle 120 Ferrari, ci saranno le auto Full Electric della 1000 Miglia Green (che anticiperanno le storiche) e le Supercar e Hypercar moderne della 1000 Miglia Experience. Sarà presente anche l’auto a guida autonoma del Politecnico di Milano, del Progetto 1000 Miglia Autonomous Drive. Con un flusso costante di circa 4 ore, le vetture suddivise in convogli di circa 20 auto verranno scortate sino al cuore della Città della Mole dalla Polizia Municipale. Il percorso prevede il passaggio del ponte Amedeo VIII con successivo transito in piazza Sofia, via Bologna, largo Brescia e corso Palermo. Dopo aver attraversato il Ponte Regio Parco, Rondò Rivella, corso San Maurizio e viale Partigiani le vetture raggiungeranno, attraverso viale 1° Maggio, l’iconica piazza Castello; da qui sfilata in via Roma ed accoglienza cittadina in Piazza San Carlo. Ad attendere i partecipanti vi sarà la pedana d’arrivo ed il benvenuto dell’Automobile Club di Torino.

Il percorso

Fin qui le certezze, ma come arriveranno a Torino? Punti fissi già ufficializzati della prima tappa, con partenza da Brescia, sono i passaggi a Novara e Vercelli, e di conseguenza è probabile che la carovana segua o la ex Statale 11 o la Strada delle Grange, per poi proseguire (nel tardo pomeriggio) sulla 31 bis del Monferrato fino a Verolengo. Per non mandare in tilt Chivasso, il percorso potrebbe quindi sfruttare la 590 della Valle Cerrina (attraversando il Bailey) per poi deviare sulla tangenziale all’altezza di San Raffaele Cimena.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali