Attualità
CHIVASSO

Carnevale, se la Bela Tolera fosse Arianna Greco?

Per l’Abbà si fanno i nomi di De Simone e Marrone

Carnevale, se la Bela Tolera fosse Arianna Greco?
Attualità Chivasso, 17 Dicembre 2022 ore 06:52

Manca meno di un mese al via ufficiale del Carnevale di Chivasso. Che uscito dall’emergenza Covid19 torna agli antichi fasti.

Carnevale, si riparte

Come da tradizione il 6 gennaio i personaggi scelti dalla Pro Loco L’Agricola, per interpretare i panni di Abbà e Bela Tolera, insieme alla loro Corte si affacceranno dal balcone di Palazzo Santa Chiara per il loro primo bagno di folla. E Chivasso sulle note di «Cimpa Tolera» sarà li pronta ad accoglierli e abbracciarli. Anche perché c'è davvero voglia di avere un Carnevale tradizionale, senza le restrizioni legate alla pandemia che hanno costretto la Pro Loco a fare salti mortali per mantenere comunque in piedi la tradizione. E onor del merito a Davide Chiolerio e a tutta la sua squadra per esserci riusciti.
Prima di passare ai nuovi personaggi, un grazie è doveroso a Melissa Bertaina e Ugo Novo che sono stati capaci di adattarsi a tutte le situazioni pur di far sentire a Chivasso la presenza di Abbà e Bela Tolera. Sicuramente si sono ritagliati un posto importante nella storia cittadina. Dall’incoronazione online agli spettacoli per concludere con il trionfale Carnevale d’Estate Ugo e Melissa, con i loro splendidi paggetti, gli aitanti cavalieri e le deliziose dame, ci hanno fatto sentire tutto il loro calore. Sarà difficile dimenticarli.
Ma adesso è tempo di pensare all’edizione 2023.
Come sempre in città è iniziato il toto scommesse per capire a chi toccherà l’onore d'indossare le maschere rappresentative del nostro Carnevale che vanta tradizioni storiche e che è fra i più conosciuti ed apprezzati in Italia.

E se la Bela Tolera fosse Arianna Greco?

E come da tradizione anche il nostro giornale partecipa a questo simpaticissimo toto cercando di scoprire su chi è caduta la scelta.
In pole position a vestire i panni di Bela Tolera c’è Arianna Greco, una deliziosa fanciulla che che già bazzica nell’ambiente carnevalesco avendo fatto la paggetta nell’edizione 2009 (Abbà il padre Alberto, Tolera Lavinia Martini) e dama nel 2018 accanto a Pier Giacomo Verga e Camilla Avanzato.
Ha tutte le carte in regola ma sopratutto ha il physique du rôle.
Poi si fanno i nomi di Lucrezia Bosso (anche lei arriva da una famiglia legatissima all’Agricola, infatti sia lei che il fratello hanno già vestito i panni di dama e cavaliere) e di Alessandra Terracina, nipote dell’Abbà Carlo Isnardi.
Per quanto riguarda il ruolo dell’Abbà, invece, sotto i portici si sono ricorsi i nomi di Alessandro De Simone, titolare dell’omonima gioielleria di via Torino, e di Mariano Marrone, assicuratore che ha già collaborato con l’Agricola.
Passando agli alfieri, largo ai figli d’arte: i nomi più quotati sono quelli di Federico Chiolerio (figlio di Davide e di Ileana Borgaro, Tolera 2003) e di Pietro Gallina (nella sua famiglia praticamente tutti hanno avuto un ruolo nel Carnevale Chivassese, partendo dal papà Edoardo - Abbà 2019 - e dalla mamma Letizia Mazzini - Tolera 1999 - senza dimenticare il nonno Piero Gallina e la zia Federica, Abbà e Tolera nel 1993).

Come abbiamo detto questo è solo un gioco perché l’Agricola potrebbe avere il suo asso nella manica. In ogni caso lo si saprà il 6 gennaio. Dove rinnoviamo l’invito alla città a partecipare numerosa. Se lo meritano Chiolerio e tutta la Pro Loco che in questi due anni hanno mantenuto in piedi comunque il Carnevale.

Seguici sui nostri canali