Attualità
TORRAZZA PIEMONTE

Caro acqua: «I nostri cittadini meritano risposte, subito un incontro pubblico»

Le bollette salatissime di Smat hanno spinto i tre consiglieri di opposizione Rocco Muscedra, Luigi Corna e Marinella Bracco a chiedere al sindaco Massimo Rozzino la convocazione urgente di un incontro pubblico.

Caro acqua: «I nostri cittadini meritano risposte, subito un incontro pubblico»
Attualità Chivasso, 03 Aprile 2022 ore 05:23

Le bollette salatissime di Smat hanno spinto i tre consiglieri di opposizione Rocco Muscedra, Luigi Corna e Marinella Braccoa chiedere al sindaco Massimo Rozzino la convocazione urgente di un incontro pubblico.

Caro acqua: «I nostri cittadini meritano risposte, subito un incontro pubblico»

«I cittadini di Torrazza hanno ricevuto le bollette Smat salatissime – spiegano i tre consiglieri - Si tratta del corrispettivo dell'acqua: un bene pubblico, indispensabile alla vita e per questo irrinunciabile. Secondo il nostro punto di vista il discusso e polemizzato argomento depuratore merita un approfondimento visto che la comunicazione del Comune apparsa in questi giorni sui social non è esaustiva. Dunque chiediamo la convocazione urgentissima di un’assemblea pubblica da svolgersi in presenza, ma anche online, in modo da poter garantire la partecipazione di tutti.

Chiediamo che a tale assemblea siano invitati i rappresentanti di Smat, dell'ufficio tecnico comunale, dell'Amministrazione che ha concluso la convenzione e almeno un esperto del settore acque potabili e depurazione acque.

Lo svolgimento online è indispensabile a garantire la partecipazione ai giovani torrazzesi che ereditano la spinosa situazione le cui conseguenze bussano già alla loro porta mentre l'urgenza è motivata dalla necessità di essere assistiti, nella rateazione, nello stralcio del non dovuto e quant'altro, nei termini di scadenza dopo aver verificato e chiarito ogni dubbio».

La critica

L’opposizione critica poi la comunicazione diffusa a mezzo social, della maggioranza che governa il Comune di Torrazza Piemonte: «Suona quasi un proclama “E’ così, se volete risparmiare seguite il Decalogo del Risparmio Idrico dal sito di Smat, pagina consigli utili”. Nel solito stile imperioso più adatto ad altre epoche storiche, l’attuale maggioranza non prende nemmeno in considerazione il concetto che il costo del servizio idrico deve essere costo accettabile per il cittadino. Va da sé che il risparmio a prescindere del bene acqua è indispensabile altra cosa è stabilire un prezzo equo. Cosa, quest’ultima, che non sembra essere un opzione percorribile per questa maggioranza consigliare, sempre e solo pronta ad accettare supinamente decisioni altrove prese (vedi caso Smarino).
I torrazzesi hanno diritto di avere risposte e dire la loro. La depurazione viene fatta? Come? Dove? I lavori per le fognature svolti recentemente cosa hanno riguardato? La nostra acqua è buona? Scarseggia? Risentirà il nostro acquedotto dell'arrivo dello smarino, dell'insediamento dell'eventuale deposito di scorie tra Rondissone e Mazzè? E chissà quali altre...».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter