CAVAGNOLO

Casa di Comunità, indetta la gara d’appalto

Per affidare la progettazione

Casa di Comunità, indetta la gara d’appalto
Pubblicato:

Il progetto della Casa di Comunità di Cavagnolo compie un ulteriore passo avanti. E’ notizia di questi giorni che l’Asl TO4 ha indetto la gara d’appalto a procedura aperta per l’affidamento della progettazione di fattibilità tecnica ed economica e progettazione esecutiva per la realizzazione della Casa di Comunità. Un passo avanti rispetto all’ultimo atto che risaliva a febbraio scorso e, cioè, il Protocollo di Intesa relativo alla realizzazione della Casa di Comunità fra Regione Piemonte, Comune di Cavagnolo e Asl TO4.

Casa di Comunità, indetta la gara d’appalto

A quattro mesi di distanza, l’Asl T04 ha ora predisposto il Documento di Indirizzo alla Progettazione (DIP), il cronoprogramma delle varie fasi previste e l’attivazione della procedura di gara per la redazione del progetto di fattibilità tecnico economica. Il valore stimato è di 536. 036, 89 euro, e la gara verrà aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

«Mezzo milione di euro - riferisce il sindaco di Cavagnolo Andrea Gavazza- per la gestione del progetto e la direzione dei lavori: questo appalto di rilevanza europea rappresenta un passo enorme verso la realizzazione della Casa della Salute. Si tratta di una fase fondamentale per l’erogazione dei nuovi servizi sanitari sul territorio. Tempi certi e fasi progettuali, sono i segnali concreti del fatto che andiamo avanti».

L’ affidamento prevede la progettazione di fattibilità tecnica ed economica della Casa di Comunità ed inoltre la progettazione esecutiva da porre in base di gara. Per la gestione telematica delle proprie procedure di gara l’Asl TO4 dispone della piattaforma informatica SINTEL della Regione Lombardia, gestita dall’Arca. Il cronoprogramma è senz’altro uno degli elementi più interessanti presenti nell’allegato. La stima dei tempi della realizzazione della struttura si basa sui tempi tecnici per l’espletamento delle procedure. L’affidamento della progettazione ha durata 90 giorni. Il progetto di fattibilità tecnico economica, comprensivo di pareri, è di 105 giorni. Il progetto esecutivo, invece, di 45 giorni. Da tale fase progettuale si passa poi a quella esecutiva che comprende l’affidamento dei lavori per 90 giorni e l’esecuzione dei lavori per 540 giorni. Complessivamente si stimano non meno di 36 mesi per completare l’intervento salvo i tempi di ammissione al finanziamento.

Un intervento importante

Per quanto riguarda il costo totale dell’intervento è di 3.200.000 euro, dei quali 3.040.000 euro fondi statali e 160.000 euro fondi regionali. Tanto si è già detto su questo progetto riguardo la sua valenza socio-sanitaria e assistenziale, ma non si può non ricordare anche la sua importanza per quel che riguarda la valorizzazione del territorio. Un aspetto questo non irrilevante. Con la realizzazione della Casa della Comunità prenderanno maggior valore le strutture vicine, le abitazioni, il commercio verrà incentivato. Insomma, la Casa della Salute offrirà una serie di opportunità notevoli. Si tratta quindi di un passaggio importante in ambito sanitario, prima di tutto, e poi territoriale. Sarà un progetto che darà una svolta al territorio, pure dal punto di vista socio-economico. E le Case di Comunità sono ormai la realtà del futuro in Italia, promotrici di un modello di intervento sanitario multidisciplinare nonchè luoghi priviliegiati per la progettazione di interventi di carattere sociale e integrazione sociosanitaria. Strutture adatte a dare le risposte adeguate alle diverse esigenze sanitarie dei cittadini.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali