covid-19

C’è chi non rispetta la quarantena, il sindaco: «E’ un reato penale»

Sono diverse le segnalazioni giunte ma sino ad oggi non sono stati fatti verbali

C’è chi non rispetta la quarantena, il sindaco: «E’ un reato penale»
Attualità Chivasso, 23 Maggio 2021 ore 06:19

Ormai da mesi si combatte contro una pandemia che non dà tregua. Sebbene le regole da rispettare vengano quotidianamente ripetute, è possibile che non sempre vengano seguite e può succedere che fra la gente vi siano cittadini che abbiano contratto il Covid19 ma che non rispettino le regole legate alla quarantena.

Quarantena non rispettata

Si tratta di qualche sospetto sollevato da qualche cittadino di Foglizzo che non ha però portato ad individuare o sanzionare ancora nessuno. E tuttavia il sindaco Fulvio Gallenca ha ritenuto opportuno fare un comunicato per evitare che vengano infrante queste regole basilari. «Chi ha il contratto il Covid-19 e viola la quarantena - riferisce il comunicato - può incorrere in una sanzione penale con l’arresto da tre a diciotto mesi, oltre che in un’ammenda da cinquecento a cinquemila euro. Per il bene di tutti, chi ha contratto il Covid-19, rimanga a casa per non contagiare altre persone».

Nessuno è stato colto sul fatto...

«Al momento- riferisce il sindaco Fulvio Gallenca- non siamo riusciti ancora a cogliere sul fatto qualcuno che abbia violato la quarantena. E tuttavia abbiamo ancora tanti casi in paese, quindi abbiamo preferito avvisare». Naturalmente, la maggior parte dei foglizzesi rispettano le regole, anche le più basilari, tuttavia ci sono ancora casi, piuttosto rari, che non prestano attenzione ai dispositivi di protezione individuale. E, talora, anche i negozianti sono costretti a ricordare a qualche cliente di indossare la mascherina all’interno delle attività commerciali. Anche in tal caso, è stato fatto un comunicato del Comune. «L’emergenza non è finita- riferisce il comunicato- invitiamo tutte le persone ad agire in modo responsabile adottando le misure di prevenzione contro il Covid-19. Quindi, si ricorda l’uso della mascherina nei luoghi pubblici, evitare assembramenti rispettando la distanza di un metro e lavarsi le mani». Insomma, anche se i numeri dei contagi vanno a calare, è necessario fare sempre attenzione. «L’amministrazione- conclude Gallenca- vuole farsi portavoce dell’importanza che abbiamo tutti nella lotta per contrastare il coronavirus. Quindi, non dobbiamo abbassare la guardia. I numeri dei contagiati nel nostro comune continuano ad essere importanti, ci sono stati anche decessi, per questo vogliamo fare leva sul senso civico di ognuno e invitare i cittadini a non smettere di adottare le misure di prevenzione, evitando gli assembramenti. Un altro provvedimento che intendiamo adottare per il bene di tutti è quello di continuare a mantenere i parco giochi chiusi fino alla diminuzione dei casi per il bene di tutti».