Attualità
IL CASO

Cioccolato a marchio Carrefour richiamato per possibili corpi estranei

Sono le tavolette di cioccolato al latte e cioccolato fondente alla nocciola intera.

Cioccolato a marchio Carrefour richiamato per possibili corpi estranei
Attualità Chivasso, 23 Settembre 2021 ore 12:27

Cioccolato a marchio CARREFOUR richiamato per possibili corpi estranei. Sono le tavolette di cioccolato al latte marca CARREFOUR e cioccolato fondente alla nocciola intera.

Cioccolato a marchio Carrefour richiamato per possibili corpi estranei

Un nuovo avviso di richiamo di prodotti alimentari per rischio fisico è stato diffuso in queste ore da parte della catena francese Carrefour sul proprio sito e rilanciato dal ministero della Salute francese, di alcuni lotti di cioccolato al latte e fondente a marchio Carrefour per possibile presenza di corpi estranei (sassi). I prodotti in questione sono i quadratini di cioccolato fondente alla nocciola intera venduti in tavolette da 200 grammi con i numeri di lotto 12821 e 13021 (GTIN 3560070776177) e il termine minimo di conservazione 01/05/2022 e lotti 11621, 11721, 10621 (GTIN 3560070776177) e il termine minimo di conservazione 04/01/2022 e i quadrati gourmet al cioccolato al latte con nocciole intere venduti in tavolette da 200 grammi con i numeri di lotto 12421 e 12521 (GTIN 3560070776207) e il termine minimo di conservazione 01/05/2022, 10721 (GTIN 3560070776207) e il termine minimo di conservazione 04/01/2022, 10821 (GTIN 3560071085988), 12421 e 12521 (GTIN 3560071085988) e il termine minimo di conservazione 01/05/2022. Il cioccolato Carrefour richiamato è stato prodotto da Ibercacao S.A., nello stabilimento di Valencia nº 69. 45800 Quintanar de la Orden (Toledo), in Spagna.

Non consumarlo

Per precauzione, si raccomanda di non consumare il cioccolato con i numeri di lotto segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il servizio clienti al numero francese 0805900021.Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda a chi avesse già acquistato i prodotti interessati dal richiamo, di non consumarli ma di restituire la confezione al punto vendita per la sostituzione.