Attualità
in pandemia

Covid, nuove norme attive da domani per le scuole

Quarantena, didattica a distanza e in presenza: ecco cosa accadrà.

Covid, nuove norme attive da domani per le scuole
Attualità 09 Gennaio 2022 ore 19:32

Domani, lunedì 10 gennaio 2022 è il grande giorno del rientro a scuola. Una scelta quella della  riapertura delle scuole che non viene supportata dai medici perchè si teme un considerevole aumento dei casi positivi al Covid.

Nel caso in cui si venga a conoscenza di un caso positivo

Nel caso in cui  lo studente  sia positivo, il genitore:
1) Si informa la ASL (tramite il portale dedicato);
2) Si fa il tracciamento dei contatti (importante tenere aggiornato il registro elettronico);
3) Si trasmettono ai soggetti interessati le comunicazioni pervenute dall’ASL.
Disposizioni per le quarantene: sono di competenza dell’ASL, se ci sono ritardi l’obbligo di intervenire resta, a parere del Medico competente, sempre a carico del DS (art. 2087 c.c.).

Scuola dell’infanzia

In presenza di un caso di positività nella sezione o gruppo classe vengono disposte le seguenti misure.
Per i bambini appartenenti alla stessa sezione/gruppo del caso positivo si prevede:
attività didattica: è sospesa per 10 giorni;
misura sanitaria: quarantena per la sezione/gruppo classe della durata di 10 giorni con test di uscita tampone molecolare o antigenico con risultato negativo.
Per il personale (della scuola ed esterno) che ha svolto attività in presenza nella sezione/gruppo del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso, si applica la Circolare del Ministero della Salute n. 60136 del 30/12/2021 per i contatti stretti (ad ALTO RISCHIO).

Scuola primaria

 

In presenza di un solo caso di positività nella classe vengono disposte le seguenti misure.
Per gli allievi frequentanti la stessa classe del caso positivo si prevede:
attività didattica: in presenza.

Misura sanitaria: sorveglianza con test antigenico rapido o molecolare da svolgersi prima possibile dal momento in cui si è stati informati del caso di positività e da ripetersi dopo cinque giorni.
In merito all’esito dei tamponi si precisa che se il risultato del tampone  è negativo si può rientrare a scuola. Se invece è positivo, è necessario informare il DdP e il MMG/PLS e non si rientra a scuola.
Analogamente, per il tampone T5 se il risultato è positivo, è necessario informare il DdP e il
MMG/PLS e non recarsi a scuola.
Per il personale (della scuola ed esterno) che ha svolto attività in presenza nella classe del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso, non va in quarantena, ma si applica la misura sanitaria dell’Auto-sorveglianza.
In ogni caso, si ritiene opportuno raccomandare per il personale posto in Auto sorveglianza di effettuare comunque i test diagnostici T0 e T5.
In presenza di almeno due casi positivi vengono disposte le seguenti misure per i compagni di classe:
attività didattica: è sospesa l’attività in presenza, si applica la didattica a distanza per la durata di dieci giorni;
misura sanitaria: quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita – tampone molecolare o
antigenico - con risultato negativo. I tamponi devono essere disposti dall’ASL.
Per il personale (della scuola ed esterno) che ha svolto attività in presenza nella classe dei casi positivi per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del primo caso, si applica quanto previsto dalla Circolare del Ministero della Salute 0060136-30/12/2021 per i contatti stretti (ad ALTO RISCHIO).

Scuola secondaria di I° grado

In presenza di un caso di positività nella classe vengono disposte le seguenti misure.
Per gli allievi frequentanti la stessa classe del caso positivo si prevede:
attività didattica: in presenza, con l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie
respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni;
misura sanitaria: auto-sorveglianza.
Per il personale (della scuola ed esterno) che ha svolto attività in presenza nella classe del caso positivo per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del caso, si applica la misura sanitaria dell’Auto-sorveglianza.
Due casi di positività nella classe
In presenza di due casi positivi nella classe, le misure previste sono differenziate in funzione dello stato vaccinale:
a) per gli alunni non vaccinati/guariti da più di centoventi giorni, e ai quali non sia stata somministrata la dose di richiamo si prevede:
attività didattica: è sospesa l’attività in presenza, si applica la didattica digitale integrata per la
durata di dieci giorni;
misura sanitaria: quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita - tampone molecolare o
antigenico - con risultato negativo.
Per gli alunni vaccinati/guariti da meno di centoventi giorni e per coloro ai quali sia stata
successivamente somministrata la dose di richiamo, si prevede:
attività didattica: in presenza, con l’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie
respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni;
misura sanitaria: Auto-sorveglianza.
Per il personale (della scuola ed esterno) che ha svolto attività in presenza nella classe dei casi positivi per almeno 4 ore, anche non continuative, nelle 48 ore precedenti l’insorgenza del primo caso, si applica quanto previsto dalla Circolare del Ministero della Salute n. 60136 del 30/12/2021 per i contatti stretti (ad ALTO RISCHIO).
Almeno tre casi di positività nella classe
In presenza di almeno tre casi di positività nella classe vengono disposte le seguenti misure.
Per gli allievi frequentanti la stessa classe dei casi positivi si prevede:
attività didattica: è sospesa l’attività in presenza; tutti gli alunni entrano in didattica digitale
integrata per la durata di dieci giorni;
misura sanitaria: si applica quanto previsto dalla Circolare del Ministero della Salute n. 60136 del 30/12/2021 per i contatti stretti (ad ALTO RISCHIO).

 

Scuola secondaria di secondo grado

Con un caso di positività nella stessa classe è prevista l’autosorveglianza con la prosecuzione delle attività e l’uso delle mascherine ffp2. Con due casi nella stessa classe è prevista la didattica digitale integrata per coloro che non hanno avuto la dose di richiamo e hanno completato il ciclo vaccinale da più di 120 giorni e per coloro che sono guariti da più di 120 giorni. Per tutti gli altri è prevista la prosecuzione delle attività in presenza con l’autosorveglianza e l’utilizzo di mascherine ffp2. Con tre casi nella stessa classe è prevista la didattica a distanza per dieci giorni per tutta la classe.