Attualità
le nomine

Elena Imberti e Riccardo Vesco presidenti di CNA di Chivasso e Settimo

Le due sedi contano complessivamente, oltre 700 iscritti.

Elena Imberti e Riccardo Vesco presidenti di CNA di Chivasso e Settimo
Attualità Chivasso, 07 Maggio 2021 ore 12:05

Elena Imberti e Riccardo Vesco sono i presidenti CNA di Chivasso e Settimo. Le Sedi territoriali CNA di Settimo e Chivasso contano, complessivamente, oltre 700 iscritti.

CNA

Elena Imberti e Riccardo Vesco sono stati confermati alla guida rispettivamente della CNA di Chivasso e Settimo al termine dell’Assemblea unitaria delle due Sedi territoriali che si è svolta mercoledì 5 maggio oltre che nel numero consentito di partecipanti in presenza, presso la Biblioteca Archimede di Settimo, tramite videoconferenza.

Elena Imberti

Al suo terzo mandato consecutivo come Presidente della Sede territoriale della CNA di Chivasso, Elena Imberti è una chivassese doc, classe 1975. A Chivasso, la CNA è in via lungo Piazza d’Armi 6, a Palazzo Einaudi, e il responsabile di zona è Diego Depaoli, tel. 011.1967.2026. La ditta Imberti Elena - Manifactura bijoux ha sede legale a Chivasso e un’unità locale a Lanzo Torinese nella centrale via Cibrario. Studi artistici all’Accademia di Belle Arti di
Torino, Imberti disegna gioielli e produce bijoux di alta gamma con materiali italiani e pietre naturali.

Riccardo Vesco

Socio CNA dal 2001, Vesco è al secondo mandato come Presidente della Sede territoriale CNA di Settimo Torinese il cui responsabile è Diego Depaoli (corso Giovanni Agnelli 2, tel. 011.1967.1511). Titolare della Ferramenta Vesco, con sede a Settimo Torinese, fondata nel 2001, commercia articoli di ferramenta, materiale elettrico, accessori per la sicurezza, articoli per la pulizia e decoupage. In precedenza ha lavorato per 20 anni in Telecom Italia. Ha 59 anni è sposato con Claudia e ha due figli di nome Simone e Alessia.

Le Dichiarazioni

“Il 2020 si è chiuso con un tasso di crescita negativo per il territorio del Chivassese che ha registrato un -0.7% e 7.933 imprese, come ci dicono i dati della natimortalità delle imprese della Camera di commercio di Torino: occorre quindi procedere con la zona gialla per una vera ripartenza perché per molte attività il lockdown non è finito” commenta Imberti.

“Riaprire non vuol dire ripartire” aggiunge Vesco. “Permane una grande incertezza: non possiamo che tornare a richiedere con forza al Governo misure più incisive a sostegno del futuro produttivo che non possono avere le caratteristiche dell’ultima tornata dei cosiddetti ristori. A fronte di perdite di fatturato di decine di migliaia di euro, le aziende hanno ottenuto mediamente 1500-2000 euro di contributi a fondo perduto” conclude.

Le Sedi territoriali CNA di Settimo e Chivasso contano, complessivamente, oltre 700 iscritti.