Attualità
TORRAZZA PIEMONTE

Escrementi dei cani, attenzione alle multe: ora c’è un’ordinanza

Dopo le segnalazioni dei residenti in Municipio.

Escrementi dei cani, attenzione alle multe: ora c’è un’ordinanza
Attualità Chivasso, 03 Luglio 2022 ore 05:37

Escrementi di cane sul marciapiede, vicino alle porte oppure nelle aree verdi? Non è certo una novità per i torrazzesi.

Escrementi dei cani

Escrementi di cane sul marciapiede, vicino alle porte oppure nelle aree verdi? Non è certo una novità per i torrazzesi che quando camminano devono sempre guardare dove mettono i piedi perché i passaggi sono “minati” dai ricordini dei cani.

Una situazione che ora è stata segnalata anche nel Palazzo Municipale tant’è che il primo cittadino Massimo Rozzino ha deciso di pubblicare un’ordinanza.

Attenzione alle multe: ora c’è un’ordinanza

Un documento nel quale si sottolinea questo comportamento che nuoce la pubblica decenza oltre a creare danno per il decoro del paese senza escludere a priori rischi per la salute dei cittadini. Un primo cittadino che mette nero su bianco che gli siano giunte segnalazioni dei cittadini.

«Ritenuto di dover mettere in atto validi strumenti di prevenzione, volti a rinforzare il rispetto del decoro dell’ambiente urbano ed a dare impulso al corretto uso degli spazi pubblici – spiega l’ordinanza – è necessario sanzionare non solo quanti, proprietari o conduttori di cani permettono agli stessi la deiezione sul suolo pubblico omettendone la raccolta, ma anche il mancato possesso, anche momentaneo, di idonee attrezzature per la raccolta delle deiezioni canine, quale sicuro presupposto della loro omessa asportazione».

Con questa ordinanza si ordina ai proprietari dei cani ed alle persone anche solo temporaneamente incaricate della loro custodia e/o conduzione, di provvedere immediatamente alla rimozione delle deiezioni di tali animali in ogni luogo pubblico od aperto al pubblico transito.

Inoltre sono obbligati ad avere sempre e esibire idonee attrezzature per la raccolta delle deiezioni (ad esempio sacchetto ed apposita paletta) e la rimozione o conferimento di quanto raccolto. Così la Polizia Municipale e le altre Forze di Polizia sono incaricati di far rispettare la presente ordinanza. Dunque, attenzione, ora il rischio multe per una “cacca” dimenticata è molto alto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter