Attualità
CRESCENTINO

I momenti dolci e amari di Fabrizio Zardo racchiusi in un libro

Il ricavato dalla vendite sarà donato alla Croce Rossa cittadina.

I momenti dolci e amari di Fabrizio Zardo racchiusi in un libro
Attualità Vercellese, 08 Maggio 2022 ore 05:18

«Come la fenice, che rinasce, possiamo nel nostro piccolo provarci. Sarà una nuova vita, ogni volta che donate un gesto a qualcuno. Vi farà sentire meglio, e volerete come lei, la fenice che ho dentro al cuore».

I momenti dolci e amari di Fabrizio Zardo racchiusi in un libro

Con queste parole la prefazione al libro «Ovunque sarai» invita il lettore a immergersi in una storia di coraggio e sensibilità, ma soprattutto di amore. Non solo quello reciproco e innato che lega un figlio ai propri genitori, ma quello assoluto, che attraversa il tempo e trascende la consistenza di ciò che è materiale o persino scontato, e trasforma anche la banalità del quotidiano, la battuta al caffè, la serata tra amici, in qualcosa di unico e indimenticabile. Specie quando chi lo racconta non c’è più. Potrebbe essere un’opera postuma se l’autore, Fabrizio Zardo, l’avesse scritta in precedenza, ma la particolarità di «Ovunque sarai» sta anche nella sua stesura, avvenuta grazie al contributo di mamma Rosaria Arenella e Cristina Costa, che danno voce ai pensieri, alle frasi, ai momenti dolci e amari che Fabrizio ha fatto vivere loro attraverso i suoi ventotto anni di luce. Fabrizio, infatti, si è spento all’età di soli 28 anni nel settembre del 2015 vinto da una malattia che lo aveva colpito fin da piccolo.
Una scrittura intensa che coinvolge anche le testimonianze delle persone che lo hanno conosciuto, curato e con le quali ha lavorato, unite nel comune suo ricordo.

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza

Ed è per mantenere questo ricordo vivo nella memoria di tutti, che mamma Rosaria e papà Tarcisio intendono condividerlo, anche con chi non ha avuto l’occasione di incontrare personalmente Fabrizio, ma potrà ugualmente conoscerlo di pagina in pagina.
Il libro è disponibile nella Cartoleria Cipolla di via San Giuseppe 23 a Crescentino e presso la sede del Comitato locale di Crescentino della Croce Rossa Italiana, in via Martiri delle Foibe 13. A quest’ultimo, dove Fabrizio prestava servizio e in accordo con il Presidente Vittorio Pasteris, saranno devoluti i proventi delle vendite.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter