Attualità
SALUGGIA

Il mercato non tornerà in centro

La Giunta ha scelto piazza Incisa

Il mercato non tornerà in centro
Attualità Vercellese, 21 Gennaio 2023 ore 06:01

Sin dal principio del trasloco del mercato da piazza del Municipio e da piazza Francesco Donato per quella appena realizzata vicino alla stazione (piazza Generale Incisa di Camerana) sembrava non esser solamente una questione temporanea.

Il mercato non tornerà in centro

A molti sembrava che la Giunta Barberis avesse colto l’occasione dei lavori di rifacimento del centro storico, in particolare delle piazze che ospitavano gli ambulanti, per spostare quest’ultimi proprio nella nuova area. Già predisposta per ospitarli. Ma che quella sarebbe stata la location definitiva non era mai stato detto. Certo, ormai sono passati più di due anni, era infatti il giugno 2020 quando con un atto l’esecutivo saluggese lo aveva spostato temporaneamente ma c’è chi ancora sperava di rivederlo tornare in centro paese, nel cuore della vita sociale. Ma non sarà così perché proprio verso le ultime settimane dell’anno che si è appena concluso è arrivata la decisione definitiva dell’Amministrazione Farinelli. Proprio la Giunta, su relazione del primo cittadino Libero Farinelli, ha deciso di trasformare in definitiva la scelta che prima era solo temporanea.

La scelta

Nell’atto, pubblicato all’albo pretorio, si legge chiaramente: «Considerato che le superfici delle piazze Municipio e Donato, comunemente occupate dal mercato ambulante, dopo la realizzazione dei lavori hanno ridotto notevolmente la superficie di suolo pubblico utile per la sosta dei banchi e non presentano i necessari allacci ai servizi primari quali l’alimentazione idrica ed elettrica è pertanto necessario individuare definitivamente l’area di Piazza Generale Incisa di Camerana quale sede per lo svolgimento del mercato settimanale».

Inoltre, nella delibera si legge ancora: «L’esonero dell’applicazione del canone di occupazione del suolo pubblico dovuto dai commercianti su aree pubbliche presso il mercato di Saluggia e di Sant’Antonino, e le occupazioni di suolo pubblico effettuate con dehor e strutture da parte degli esercizi pubblici di Saluggia, è scaduto il 31 dicembre scorso».

Seguici sui nostri canali