Attualità
CIGLIANO

Il paese avrà il suo infermiere di famiglia

Fiera di annunciare la novità il consigliere con delega alla sanità Daniele De Pieri.

Il paese avrà il suo infermiere di famiglia
Attualità Vercellese, 03 Ottobre 2021 ore 05:07

Il paese di Cigliano avrà il suo infermiere di famiglia. Fiera di annunciare la novità il consigliere con delega alla sanità Daniele De Pieri.

Il paese avrà il suo infermiere di famiglia

Impossibile dimenticarsi quando a metà luglio, all’ingresso della Casa della Salute di Cigliano era stato affisso un cartello con il quale si sospendeva prima per una settimana e poi sino a necessità il servizio prelievi del sangue e il Cup. Una comunicazione comparsa dal giorno alla notte da parte dell’Asl di Vercelli che non aveva nemmeno comunicato la novità, negativa, al Comune. Tant’è che compreso quello che stava avvenendo, cioè un processo di chiusura della struttura, il sindaco Diego Marchetti con tutte le altre realtà coinvolte (quelle che cioè gravitano su quel centro) hanno preso carta e penna e scritto alla direzione spiegando l’importanza del centro, della necessità di potenziarlo al posto di chiuderlo.
Richieste che sono state ascoltate perché pochi giorni dopo il servizio è stato ripristinato e anzi, la direzione si è recata a Cigliano dove ha avuto modo di confrontarsi anche con l’Amministrazione comunale.

Le parole del consigliere

«Quando abbiamo avuto l’incontro con la direzione dell’azienda sanitaria – spiega il consigliere con delega alla sanità Daniele De Pieri – abbiamo avuto modo di constatare che avevano compreso l’importanza del nostro centro che è stato oggetto di una recente ristrutturazione e che aveva già molte strumentalizzazioni. Questo ha fatto comprendere loro la necessità di investire in questa struttura, di potenziarla per il bene degli utenti del nostro bacino.
In quell’incontro, inoltre, ci avevano comunicato che sarebbe stato attivato un progetto sperimentale sul nostro territorio, quello dell’infermiere di comunità o famiglia. Cosa vuol dire? Praticamente mettono a disposizione dei pazienti un infermiere, che è lo stesso che fornirà il servizio anche a Borgo d’Ale, che oltre ad operare all’interno della Casa della Salute andrà anche al domicilio.
Per noi si tratta certamente di una bella notizia, di un servizio in più di cui potranno godere i nostri cittadini. E soprattutto si tratta di un ulteriore passo verso il potenziamento dei servizi sanitari».