caluso

Il percorso per ipovedenti si sgretola: è pericoloso

Si tratta di quello lungo un tratto del viale che costeggia l’area mercatale.

Il percorso per ipovedenti si sgretola: è pericoloso
Attualità Chivasso, 25 Luglio 2021 ore 08:03

Il percorso per agevolare gli ipovedenti di Caluso lungo un tratto del viale che costeggia l’area mercatale si sta sgretolando e può essere un pericolo per tutti i cittadini.

Il percorso per ipovedenti si sgretola

Il percorso per agevolare gli ipovedenti di Caluso lungo un tratto del viale che costeggia l’area mercatale si sta sgretolando e può essere un pericolo per tutti i cittadini. La striscia gialla che collega l’ingresso nel viale da piazza Mazzini con la prima rampa di scale di accesso al parcheggio sottostante di piazza Mario Actis Perinetti (conosciuta dai più come area mercatale) sta subendo un processo di frantumazione e scollamento dal terreno sottostante e la sua percorribilità può essere pericolosa soprattutto per le persone alle quali era stata dedicata, gli ipovedenti appunto.

E' pericoloso

L’idea e la realizzazione del percorso è il frutto di un service promosso qualche anno fa dal Lions Club Caluso Canavese Sud-Est durante l’anno di presidenza di Massimiliano Clara. Sicuramente il problema va risolto in maniera tempestiva, ma in che modo?

«È una questione importante e sicuramente il risolverla in modo adeguato e soddisfacente è una delle priorità del mio anno di presidenza – dichiara Franca Garetto neoeletta Presidente del Lions Club Caluso Canavese Sud-Est – ho già concordato un incontro con il sindaco di Caluso Maria Rosa Cena per confrontarci sul da farsi. Sicuramente il percorso così come appare oggi può essere pericoloso, la questione da valutare, e sulla quale ragionare a quattro mani con l’Amministrazione Comunale, è la sostituzione o meno del tracciato in questione. Così com’è va sicuramente rimosso, però è anche vero che il tratto di viale interessato dalla pista per ipovedenti viene percorso da mezzi pesanti come trattori in tempo di vendemmia e furgoni nei giorni di mercato, quindi occorre valutare a priori il tipo di materiale da utilizzare nell’eventualità di un ripristino del camminamento».

Opinione condivisa anche dal sindaco, che si era già espresso in merito alla possibile rimozione in altri contesti.

«Sono consapevole che il camminamento si stia degradando e che sia pericoloso per tutti i cittadini, ma in modo particolare per gli ipovedenti e per le persone più fragili – dichiara il sindaco Maria Rosa Cena – come Amministrazione sono assolutamente d’accordo di incontrare la nuova Presidente del Lions Club Caluso Canavese Sud-Est per cercare e trovare di comune accordo una soluzione. Aggiungo che, nel caso lo si decida, sono disponibile a fornire tutti gli strumenti amministrativi necessari alla rimozione del percorso in questione e sono soprattutto consapevole del fatto che la decisione vada presa in tempi rapidi».

La speranza è che veramente i tempi di attuazione siano rapidi e che l’eventuale smantellamento del camminamento sia seguito da un ripristino adeguato in sicurezza in modo da garantire una scarsa probabilità di incidenti, anche di lieve entità.