verolengo

L’Angelo Biondo dona il primo polisonnigrafo alla pediatria

Il medico Giulia Costagliola ringrazia l’associazione

L’Angelo Biondo dona il primo polisonnigrafo alla pediatria
Pubblicato:

L’associazione «L’Angelo Biondo» di Verolengo ha ufficialmente consegnato il polisonnigrafo al reparto di Pediatria dell'Ospedale di Chivasso.

L’Angelo Biondo dona il primo polisonnigrafo alla pediatria

Uno strumento fondamentale per il reparto come spiega la dottoressa Giulia Costagliola: «E’ un monitor che registra l'andamento e le variazioni di alcuni parametri fisiologici durante le diverse fasi di sonno come la saturazione, la frequenza cardiaca e il respiro.

Uno strumento che viene utilizzato per comprendere se i bambini hanno degli eventi pericolosi come alterazioni del ritmo cardiaco o delle apnee notturne, insomma un monitor utilizzato per evitare le morti in culla e episodi simili.
Viene spesso utilizzato per i bambini prematuri o per quelli che hanno registrati dei malesseri. Il polisonnigrafo permette così un controllo attento di ventiquattro ore.

Il nostro reparto grazie all’Angelo Biondo, a cui vanno i più sentiti ringraziamenti, ore ce l’ha e lo sta utilizzando. Prima eravamo costretti a trasportare bimbi e genitori in altri ospedali, oggi invece possono essere ricoverati nel nostro reparto ed esser sottoposti a questo controllo. Inoltre, il personale ho le capacità per leggere i dati che comunque poi, in telemedicina, vengano invitati al Regina Margherita di Torino».

Coinvolta anche «I Cit'd Burgre»

Anche l’Angelo Biondo vuole fare un ringraziamento e cioè a tutti coloro che hanno sostenuto la causa e l'associazione «I Cit'd Burgre» di Borgomasino per la loro collaborazione e il contributo che ha donato a sostegno del progetto.
Un’altra donazione molto importante per i piccoli utenti dell’ospedale dell’azienda sanitaria To4.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali