Attualità
CRESCENTINO

Mancano loculi, 140 morti in un solo anno in città

E’ questo uno dei problemi che l’Amministrazione Ferrero ha dovuto affrontare e per il quale ha approvato una serie di lavori che non si concluderanno nell’anno in corso ma che proseguiranno sino a fine mandato.

Mancano loculi, 140 morti in un solo anno in città
Attualità Vercellese, 05 Dicembre 2021 ore 05:02

Mancano loculi al cimitero. E’ questo uno dei problemi che l’Amministrazione Ferrero ha dovuto affrontare e per il quale ha approvato una serie di lavori che non si concluderanno nell’anno in corso ma che proseguiranno sino a fine mandato.

Mancano loculi, 140 morti in un solo anno in città

Mancano loculi al cimitero. E’ questo uno dei problemi che l’Amministrazione Ferrero ha dovuto affrontare e per il quale ha approvato una serie di lavori che non si concluderanno nell’anno in corso ma che proseguiranno sino a fine mandato.
«Sul cimitero del capoluogo abbiamo studiato una serie di interventi molto importanti per i quali ringrazio il vicesindaco Luca Lifredi e l’ufficio tecnico – Con un’ordinanza abbiamo previsto l’estumulazione di 75 salme per una spesa di 35 mila euro. Data comunicazione ai famigliari, alcuni hanno già richiesto i resti mentre altri no. Così siamo in grado di liberare 75 loculi tenendo conto che il fabbisogno annuale, visti quelli già dati in concessione, ammontano solitamente a 25. Proprio per questo motivo non abbiamo in previsione nel breve periodo la realizzazione di un loculario, si tratta di una costruzione che si realizzerà solamente tra il 2024 e il 2025. C’è necessità di loculi perché, a causa della pandemia, nel 2020 c’è stato un forte aumento di decessi. Siamo passati da 90/100 di media a 140».

I lavori

Tanti i lavori al cimitero che prenderanno il via tra pochi giorni.
«Abbiamo già appaltato i lavori per il rialzo del campo verde di un metro e mezzo circa così da poterlo destinare alle inumazioni – spiega Ferrero – Fino alla fine dell’intervento non sarà possibile usarlo per le interrare le salme per via di un problema della falda acquifera. La modifica è naturalmente già stata prevista del Piano regolatore cimiteriale e prevede un nuovo spazio di 800 metri quadri, dunque per 90 tombe a terra.
Nel 2022, poi, abbiamo previsto interventi per 200 mila euro. Sarà effettuata una riqualificazione del loculario 1985 che toccherà l’attuale guaina catramata, la pavimentazione nonché la parte interrata. Inoltre, sempre qui, sarà realizzato uno scivolo per l’accesso ai disabili così da abbattere le barriere architettoniche.
Sarà poi sistemata la pavimentazione sconnessa nel loculario del campo B e nel C sarà prevista un’area per la dispersione delle ceneri.
Nel 2023, invece, nella parte C sarà sostituita dal ghiaia dai vialetti realizzando una nuova pavimentazione».
Insomma, anni ricchi di interventi: «Certamente la disponibilità esigua di loculi è dovuta ad una programmazione errate del passato - conclude Ferrero - e del non rispetto delle scadenze delle assegnazioni. Ora però corriamo ai ripari e, quando sarà tempo di costruire il nuovo loculario, valuteremo le concessioni».