Attualità
cigliano

Ortensia Marengo, "Tutti hanno diritto ad esser informati"

Una questione delicata che è diventata ormai da anni un caso politico, con i vari schieramenti che si rimpallano le responsabilità.

Ortensia Marengo, "Tutti hanno diritto ad esser informati"
Attualità Vercellese, 27 Agosto 2022 ore 05:24

Scuola dell’infanzia Ortensia Marengo di Cigliano. Una questione delicata che è diventata ormai da anni un caso politico, con i vari schieramenti che si rimpallano le responsabilità.

Ortensia Marengo

Scuola dell’infanzia Ortensia Marengo di Cigliano. Una questione delicata che è diventata ormai da anni un caso politico, con i vari schieramenti che si rimpallano le responsabilità. Una questione, talmente importante per il paese, sulla quale anche le lista Cigliano Futura ha detto la sua. Un parere contrastante con quanto deciso da Marchetti, loro si sono schierati contro l’abbattimento. E sono addirittura pronti ad incatenarsi affinché questo non avvenga. E intanto hanno chiesto gli atti in Comune, documenti che però secondo il sindaco, «essendo semplici cittadini», potrebbero non ottenere.

La replica al sindaco

E Giorgio Testore, tra i promotori di questo gruppo, ha scelto di non rimanere in silenzio. Cigliano Futura, infatti, spiega: «Ci fa decisamente sorridere quanto dichiarato dal Sindaco "Per quanto riguarda invece le dichiarazioni di Cigliano Futura pronta ad incatenarsi, vorrei ricordare a Testore che loro non sono nessuno se non dei semplici cittadini e che se decideranno di incatenarsi senza una motivazione valida gliele fornirò io personalmente le catene. Ma Testore e la sua squadra perché? Testore chiede di poter di poter entrare in possesso della documentazione su questo edificio ma la legge parla chiaro. I documenti devono essere concessi solamente a chi ha un interesse specifico. Lui quale interesse può avere? Lo ripeto non è un consigliere, per il momento è solo un cittadino".
Innanzitutto vogliamo ricordare al sindaco che il gruppo di Cigliano Futura trova diretta legittimazione nel combinato disposto di cui agli articoli 18 e 118, comma 4 della nostra Carta Costituzionale (quella stessa carta sulla quale ha giurato Marchetti o pensava di aver giurato su Topolino???), essendo diretta estrinsecazione del cosiddetto principio di sussidiarietà (in senso orizzontale) richiamato proprio dal 118 ed espressione concreta di quel principio di democrazia partecipativa, argomento sconosciuto al primo cittadino di Cigliano, che già da qualche tempo si sta via via affermando e che permette a tutti i cittadini, sia come singoli sia come soggetti attivi nelle formazioni sociali di riferimento, di partecipare direttamente alla cura e alla tutela dei beni comuni.
Definirci solo cittadini è un insulto non solo a noi ma a tutti i ciglianesi. Per altro vogliamo ricordare al sindaco che proprio il cittadino è in realtà l'elemento più importante per il quale Marchetti è al servizio dal momento in cui è stato eletto. E' proprio perché cittadini hanno un interesse specifico su tutto quel che riguarda la comunità in cui viviamo ed operiamo che abbiamo richiesto e richiederemo tutti i documenti necessari non solo per far chiarezza sulla Ortensia Marengo ma su ogni atto di questa amministrazione che ci appaia poco chiaro.
Invitiamo tutti i cittadini proprio sulla questione della Ortensia Marengo, a partire dai genitori dei piccoli ciglianesi che frequentano la scuola dell'infanzia ed a tutti i ciglianesi, di richiedere tramite le procedure stabilite dalla normativa e dai regolamenti il documento presentato dallo Studio Masera. Il giovedì mattina dalle 9,30 alle 11,30 presso la nostra sede di Piazza Partigiani, siamo a disposizione di tutti i cittadini per informarli su come accedere agli atti. Ogni cittadino ha diritto di sapere come stanno le cose soprattutto su una questione che può avere dei risvolti economici importantissimi per la nostra Comunità. Ricordiamo al Sindaco che il suo incarico è Pro Tempore (per un certo periodo di tempo) mentre Cittadini si è per tutta la vita».

"Basta sprechi"

«Crediamo che sia proprio per quel poco tempo che gli resta di mandato che il primo cittadino si dedica più a denigrare chiunque la pensi diversamente da Lui, che preoccuparsi di gestire al meglio il Comune di Cigliano e di non sprecare, come sta accadendo, ulteriori risorse economiche del Comune – prosegue Testore - Prendere in giro o insultare il sottoscritto ed il nostro Gruppo come ha fatto negli ultimi post su Facebook, dopo che abbiamo semplicemente richiesto delle spiegazioni sui lavori del nuovo parco giochi e dopo la richiesta di trasparenza sulla Ortensia Marengo è un chiaro segnale di debolezza. Non solo i suoi insulti non ci scalfiscono ma ci danno un ulteriore stimolo ad andare avanti nell'obiettivo tra 21 mesi di mandarlo a casa e a casa aldilà del numero di liste che si presenteranno ci andrà. Ci andrà perché i ciglianesi stanno toccando con mano dai bambini, ai ragazzi, agli adulti, agli anziani, alle Associazioni la totale inefficienza di questa Amministrazione.
L'insulto così come irridere l'avversario politico non è il nostro stile ne lo sarà mai anche quando arriveranno i tempi della campagna elettorale.
A noi stanno a cuore i cittadini ciglianesi. Proprio quelli che il sindaco ha definito solo cittadini».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter