Attualità
SALUGGIA

Palatenda, telecamere e eternit: il Comune cancella i fondi

Tagliati anche i fondi per artigiani e commercianti per l’emergenza Covid19.

Palatenda, telecamere e eternit: il Comune cancella i fondi
Attualità Vercellese, 08 Gennaio 2022 ore 05:13

Mancano pochi giorni a Capodanno quando in redazione arriva una lettera, ancora vecchio stile, ma scritta naturalmente al computer. Una missiva nella quale, un attento lettore anonimo, sottolinea come l’Amministrazione di Saluggia, a sei mesi dalle elezioni, abbia apportato delle modifiche rivoluzionarie nel suo Peg, il Piano Esecutivo di Gestione, propedeutico al bilancio di previsione.

Palatenda, telecamere e eternit: il Comune cancella i fondi

«Dopo l'approvazione del bilancio di previsione, la Giunta comunale ha varato, il 23 dicembre scorso, il Piano esecutivo di gestione che contiene obiettivi, modalità e tempi di svolgimento delle azioni amministrative e delle spese di investimento. Con questo documento, per il 2022 l’Amministrazione ha affidato gli obiettivi, unitamente alle dotazioni finanziarie necessarie, ai responsabili dei servizi. Dalle schede allegate alla deliberazione, parte integrante e sostanziale dell’atto, emergono alcune decisioni riscontrabili nella previsione di competenza per le spese dell’anno 2022. Nell’ambito degli interventi previsti sul patrimonio comunale emergono i 230 mila euro previsti per il recupero del Centro Settia (immobile a lato dello storico Palazzo Pastoris) per il quale è stato annunciato nei primi mesi del 2022 l’avvio dei lavori. Appaiono anche, 250mila euro per il recupero del Teatrino Appiani sul cui recupero non si hanno ad oggi notizie. Per il restauro e la rifunzionalizzazione del Palazzo Pastoris la Giunta prevede, nel 2022 di impegnare 260 mila euro pari ai residui presenti nell’esercizio finanziario precedente.
Nel 2022 non appare più il contributo per lo smaltimento delle coperture in eternit di 80mila euro ed anche l’investimento di 50.000 per l’ampliamento/aggiornamento della rete di videosorveglianza del Progetto Sonni tranquilli. Così come un contributo straordinario di 10mila euro per la realizzazione di un murales. La previsione di spesa per il Centro Estivo comunale si riduce del 25%: passando da 60mila a 45mila euro. Quella a favore dei giovani del 50%: da 10mila a 5mila euro. L’affitto del Palatenda per iniziative sportive, culturali e varie pari a 15mila euro annuali, non appare più per l’anno appena cominciato. Ridotti i fondi alla biblioteca comunale: le spese per l’acquisto libri passano da 6mila a 3500 euro, ed il Progetto Nati per Leggere viene azzerato. Nel frattempo il contributo per la Scuola Media scende da 16mila a 13mila euro».

Spariti fondi per artigiani e commercianti

«Tagliati anche i fondi per artigiani e commercianti per l’emergenza Covid19 previsti in 10mila euro che vengono azzerati nel 2022. Mentre le persone bisognose aiutate dalla San Vincenzo, nella previsione di bilancio, dovranno attendere il 2023 per ottenere 2mila euro. Balza all’occhio comunque che per l’acquisizione di una nuova area da destinare a verde pubblico l’Amministrazione abbia messo a disposizione 850mila euro, così come gli interventi di compensazione ambientale che nel 2022 hanno una previsione di 363.000 euro, nel 2023 e nel 2024 triplicano passando a più di 1 milione di euro».
A prima vista potrebbero sembrare solo semplici numeri, e certo con una variazione di bilancio, tutto potrebbe cambiare, lo abbiamo già visto e non solo a Saluggia. Ma fatto sta che per il momento le scelte della Giunta Barberis sono queste.