Attualità
in tv

Piatto Ricco, sfida tra chef con Alessandro Borghese

Protagoniste una chivassese e una livornese.

Piatto Ricco, sfida tra chef con Alessandro Borghese
Attualità Vercellese, 02 Ottobre 2021 ore 07:54

Piatto Ricco, la nuova trasmissione di Alessandro Borghese che sta spopolando su Tv 8 è una sfida tra cuochi amatoriali.
Una sfida che ha visto tra i protagonisti una chivassese e una livornese.

La sfida di Silvia Molinario

La chivassese Silvia Molinario, che è rimasta entusiasta da questa esperienza, ha sfidato ai fornelli 2 concorrenti creando deliziose e gustose pietanze.
Un’occasione importante che ha permesso di mettere in risalto non soltanto la bravura ai fornelli, ma an che strategia nel cercare di mandare via il concorrente più temibile.
Allora Silvia com’è stata questa avventura?
«È stata un’occasione per mettermi alla prova soprattutto con me stessa... ».
Hai fatto strategia?
«Si molto! Ed è quello che mi ha fatto tanto divertire.
E’ stato un modo per esprimere la mia personalità con grande determinazione.
Non ho mai pensato di auto eliminarmi perché era più importante esprimere la mia creatività. Ho vinto la prima sfida e sono arrivata alla finale con uno sfidante molto bravo, il mio piatto non era dettato da un metodo classico, ma dal voler scardinare i sistemi.
Sono andata controcorrente sapendo che i rischi erano alti, ma ne è valsa la pena.
Il mio mini hamburger pink è stato una rivisitazione dell’hamburger classico. Peccato non abbia vinto sul quello standard. Forse perché troppo originale? Meglio così.
Quando sono stata scelta come concorrente l’adrenalina che ho provato mi ha fatto capire quanto sia forte la mia passione per la cucina!
Credo in ciò che faccio e non mollo mai».
Di Borghese cosa puoi dirci?
«Alessandro Borghese, prima di essere un personaggio televisivo è una persona molto affabile e gentile. Insieme alla simpatia di Gennaro Esposito crea una coppia vincente. Ringrazio la redazione per avermi dato un’occasione in più per credere nella mia passione: la cucina.
Sono pronta a nuove sfide e a nuovi progetti... gli ingredienti giusti ci sono».

Laura Lizza in tv

Una livornese in tv con Alessandro Borghese. A sorpresa, la foodblogger Laura Lizza è stata infatti una delle concorrenti di Piatto Ricco,«Ho sempre avuto un amore smodato per la cucina e durante il lockdown, lo scorso anno, ho fatto un po’ di corsi on line per migliorare le tecniche base e l’impiattamento. Da lì è nata l’idea di trasformare la mia pagina personale su Instagram in un profilo più legato alla cucina e nell’arco di poco tempo sono arrivata a quasi tremila follower», racconta Laura, che pur continuando a lavorare come capotreno presso Trenord, ha deciso di trasformare la sua passione in qualcosa di più strutturato. E proprio il food l’ha portata, quasi per caso, in tv. «Un giorno ho visto l’annuncio di un casting: cercavano cuochi amatoriali e ho deciso di mettermi in gioco ma non sapevo assolutamente che a condurre il programma sarebbe stato lo chef Borghese», rivela. Il format è infatti partito da poche settimane in tv e Laura si è ritrovata sul set in piena estate faccia a faccia con Borghese e con lo chef Gennaro Esposito, giudice unico della gara. «Quando sono stata contattata dalla produzione mi hanno chiesto di realizzare un video di presentazione, poi due video in cui cucinavo facendo vedere i vari passaggi e poi ho fatto il casting vero e proprio on line. Da un giorno all’altro ho scoperto di essere stata presa e mi hanno convocato per la registrazione di «Piatto Ricco» a Milano». Così si è ritrovata a scontrarsi con altri due avversari e a gareggiare per conquistare il montepremi finale di 5 mila euro. Per batterli ha scelto di puntate sul suo cavallo di battaglia, ribattezzato «il risotto che piace a tutti», con Castelmagno, nocciole e gocce di aceto alla melagrana. «Ma l’emozione, i tempi tv e ritrovarmi in una cucina che non è la mia, mi hanno giocato un brutto scherzo e ho sbagliato la mantecatura. A quel punto avevo due scelte previste dal regolamento: ritirarmi ricevendo in cambio un minipremio, oppure continuare e aspettare il giudizio dello chef. Sapevo che sarebbe andata male e così ho scelto di ritirarmi, ma mi porto a casa i complimenti di chef Esposito, secondo cui l’idea del mio piatto era buona. Borghese? Non ho avuto molto modo di parlaci, l’ho visto solo durante le registrazioni e mi è sembrato simpatico. Anche se non ho vinto, è stata comunque un’esperienza molto costruttiva. È bello scoprire come funziona la tv dietro le quinte e soprattutto confrontarsi con mondi e persone nuove. In questi giorni ho ricevuto tanti messaggi affettuosi, ma la reazione più emozionante resta quella di mio figlio Davide: “C’è la mamma in tv, che bello!”».