Attualità
PANDEMIA

Piemonte a rischio zona gialla a Natale

Ecco come è cambiata la situazione dal 16 novembre al 16 dicembre 2021.

Piemonte a rischio zona gialla a Natale
Attualità Chivasso, 17 Dicembre 2021 ore 15:24

Piemonte a rischio zona gialla a Natale: in un mese ricoveri raddoppiati e positivi quadruplicati. Ecco come è cambiata la situazione dal 16 novembre al 16 dicembre 2021.

Covid in Piemonte

Ormai da settimane anche in Piemonte i numeri del Covid stanno facendo registrare un costante incremento. Non soltanto dei contagi giornalieri, che proprio nella giornata di ieri,  giovedì 16 dicembre 2021, sono tornati a superare quota duemila (non succedeva da tempo), ma anche per quanto riguarda terapie intensive e ricoveri ordinari che, comunque, restano ancora al di sotto della soglia che farebbe scattare per la nostra Regione, il cambio di colore ed il ritorno al giallo.

L'analisi della situazione

Facendo un confronto dei dati, presi dal bollettino giornaliero dell'Unità di crisi regionale, nell'ultimo mese (16 novembre - 16 dicembre 2021) emerge in maniera evidente la crescita dei numeri, certamente in aumento nell'ultimo periodo, ma in maniera molto meno evidente rispetto allo scorso anno, quando la campagna vaccinale non era ancora entrata nel vivo.

Abbiamo preso in esame, dunque, nell'ultimo mese, i numeri relativi alle terapie intensive, ai ricoveri ordinari ed agli isolamenti domiciliari. Se per le terapie intensive si registra un aumento di +33 posti, per i ricoveri ordinari invece l'incremento è +337. Gli isolamenti domiciliari invece hanno fatto registrare un +15.067.

Negli ultimi 30 giorni, invece, i decessi per Covid sono stati 82. (si è passati da un totale di 11.856 vittime a livello regionale dall'inizio della pandemia del 16 novembre,  a 11.938 vittime il 16 dicembre).

Ecco l'andamento dei numeri:

  • 16 novembre 2021: 20 (terapie intensive), 287 (ricoveri ordinari), 5980 (isolamenti domiciliari)
  • 17 novembre 2021: 24 (terapie intensive), 396 (ricoveri ordinari), 6263 (isolamenti domiciliari)
  • 18 novembre 2021: 30 (terapie intensive), 296 (ricoveri ordinari), 6524 (isolamenti domiciliari)
  • 19 novembre 2021: 29 (terapie intensive), 310 (ricoveri ordinari), 6782 (isolamenti domiciliari)
  • 20 novembre 2021: 27 (terapie intensive), 305 (ricoveri ordinari), 7081 (isolamenti domiciliari)
  • 21 novembre 2021: 27 (terapie intensive), 313 (ricoveri ordinari), 7280 (isolamenti domiciliari)
  • 22 novembre 2021: 30 (terapie intensive), 337 (ricoveri ordinari), 7390 (isolamenti domiciliari)
  • 23 novembre 2021: 29 (terapie intensive), 327 (ricoveri ordinari), 7583 (isolamenti domiciliari)
  • 24 novembre 2021: 29 (terapie intensive), 318 (ricoveri ordinari), 7820 (isolamenti domiciliari)
  • 25 novembre 2021: 31  (terapie intensive), 332 (ricoveri ordinari), 8244 (isolamenti domiciliari)
  • 26 novembre 2021: 29 (terapie intensive), 329 (ricoveri ordinari), 8737 (isolamenti domiciliari)
  • 27 novembre 2021: 33 (terapie intensive), 335 (ricoveri ordinari), 9163 (isolamenti domiciliari)
  • 28 novembre 2021: 33 (terapie intensive), 357 (ricoveri ordinari),  9423 (isolamenti domiciliari)
  • 29 novembre 2021: 34 ( terapie intensive), 379 (ricoveri ordinari), 9570 (isolamenti domiciliari)
  • 30 novembre 2021: 35 ( terapie intensive), 383 (ricoveri ordinari), 10042 (isolamenti domiciliari)
  • 1 dicembre 2021: 33 ( terapie intensive), 376 (ricoveri ordinari), 10.530 (isolamenti domiciliari)
  • 2 dicembre 2021: 36 ( terapie intensive), 400 (ricoveri ordinari), 11099 (isolamenti domiciliari)
  • 3 dicembre 2021: 34 ( terapie intensive), 413 (ricoveri ordinari), 11793 (isolamenti domiciliari)
  • 4 dicembre 2021: 37 ( terapie intensive), 419 (ricoveri ordinari), 12469 (isolamenti domiciliari)
  • 5 dicembre 2021: 36 ( terapie intensive), 440 (ricoveri ordinari),  12933 (isolamenti domiciliari)
  • 6 dicembre 2021: 40 ( terapie intensive), 460 (ricoveri ordinari), 13197 (isolamenti domiciliari)
  • 7 dicembre 2021: 39 ( terapie intensive), 463 (ricoveri ordinari), 13789 (isolamenti domiciliari)
  • 8 dicembre 2021: 43 ( terapie intensive), 453 (ricoveri ordinari), 14351 (isolamenti domiciliari)
  • 9 dicembre 2021: 44 ( terapie intensive), 463 (ricoveri ordinari), 14869 (isolamenti domiciliari)
  • 10 dicembre 2021: 44 ( terapie intensive), 488 (ricoveri ordinari), 14869 (isolamenti domiciliari)
  • 11 dicembre 2021: 46 ( terapie intensive), 508 (ricoveri ordinari), 16855 (isolamenti domiciliari)
  • 12 dicembre 2021: 48 ( terapie intensive), 548 (ricoveri ordinari), 17493 (isolamenti domiciliari)
  • 13 dicembre 2021: 49 ( terapie intensive), 579 (ricoveri ordinari), 18073 (isolamenti domiciliari)
  • 14 dicembre 2021: 53 ( terapie intensive), 597 (ricoveri ordinari), 19016 (isolamenti domiciliari)
  • 15 dicembre 2021: 51 ( terapie intensive), 613 (ricoveri ordinari), 19836 (isolamenti domiciliari)
  • 16 dicembre 2021: 53 ( terapie intensive), 624 (ricoveri ordinari), 21047 (isolamenti domiciliari)

I parametri

Nella settimana dal 15 al 21 novembre di quest'anno il tasso di occupazione dei posti letto era 4,9% per le terapie intensive e 5,7% per i ricoveri ordinari. Con l'ultimo pre report settimanale, invece, i tassi sono saliti a 8,4% per le terapie intensive e 10,7% per i ricoveri ordinari.

Piemonte in zona gialla a Natale?

Si tratta come già detto, di dati che fanno rientrare ancora il Piemonte in zona bianca ma, se l'incremento si confermerà allora la nostra regione potrebbe rientrare tra quelle a rischio giallo, già a Natale (per il cambio di colore bisogna considerare che il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva deve superare il 10% e quello dei ricoveri ordinari il 15).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter