Attualità
CANDIA CANAVESE

Pugno duro contro le cacche dei cani: arrivano le sanzioni

Inoltre, è stata danneggiata la fototrappola e così è stata emessa un’ordinanza contro gli atti incivili.

Pugno duro contro le cacche dei cani: arrivano le sanzioni
Attualità Chivasso, 30 Ottobre 2021 ore 05:20

Pugno duro contro le «cacche» dei cani: arrivano le sanzioni. Inoltre, è stata danneggiata la fototrappola e così è stata emessa un’ordinanza contro gli atti incivili.

Pugno duro contro le cacche dei cani

Essere l’amico del proprio cane non significa solo occuparsi di nutrirlo, coccolarlo, curarlo, ma significa anche raccogliere i suoi escrementi e non lasciarli per strada. Nonostante i ripetuti inviti in tal senso da parte dell’Amministrazione Comunale il fatto si ripete e anche le vie centrali del paese, così come quelle secondarie, mostrano spesso i segni tangibili di quella che può essere definita inciviltà o quantomeno non rispetto nei confronti delle persone e del suolo pubblico. «Il Codice Penale e i regolamenti comunali stabiliscono precise norme di comportamento per provvedere all’immediata rimozione di residui organici degli animali con l’uso di palette o sacchetti o idonei contenitori dal suolo pubblico – dichiara il sindaco Mario Mottino – e se la difficoltà era quella di cogliere sul fatto il trasgressore, abbiamo provveduto all’installazione di una fototrappola in via Cesare Battisti, peccato che la medesima sia stata danneggiata modificandone il raggio di controllo». Verranno presi altri provvedimenti in merito?

Multe contro chi non le raccoglie

«Per porre un freno al dilagare della maleducazione di poche persone abbiamo ritenuto, visto che a nulla sono valsi gli "inviti" al senso civico e al rispetto del bene comune, di adottare un’apposita Ordinanza che autorizza controlli e applicazione di sanzioni, soprattutto in orari serali, anche da parte delle G.E.V. (Guardie Ecologiche Volontarie). Vorrei aggiungere e sottolineare che le azioni intraprese dall’Amministrazione Comunale nell’ambito delle misure sanzionatorie per le deiezioni canine in luoghi di pubblico transito, parchi e giardini, sono rivolte verso alcuni proprietari di cani e non verso "gli amici a quattro zampe" che sono sempre i benvenuti. Infatti, la nostra Amministrazione alcuni mesi fa, nel percorso di restyling dell'area comunale sul lago, oltre alla sostituzione di tavoli e panchine obsolete e pericolose, ha deciso, nel rispetto delle Leggi e disposizioni in materia, di permettere l'ingresso, fino ad allora vietato, ai nostri amici a 4 zampe, purché al guinzaglio e muniti di museruola. Sempre in osservanza alla legge e per la sicurezza e l’igiene dei bambini abbiamo delimitato l'area giochi e apposto cartello di divieto di accesso con i cani. Abbiamo fatto, stiamo facendo e continueremo a fare tutto quando è di nostra competenza, è auspicabile che il senso civico e il rispetto per le persone e i luoghi comuni possa diventare un atteggiamento facente parte della quotidianità di ciascun cittadino, grande o piccolo che sia».