Attualità
NOVITA'

Quarantena ridotta per i non vaccinati: da 10 a 5 giorni

No, niente abolizione del Green pass (almeno per ora).

Quarantena ridotta per i non vaccinati: da 10 a 5 giorni
Attualità Chivasso, 05 Febbraio 2022 ore 12:25

Cambiano le regole e si allentano le restrizioni, anche per i non vaccinati. No, niente abolizione del Green pass (almeno per ora), ma una riduzione delle quarantene in caso di contatto stretto, che passano da 10 a 5 giorni. Lo stabilisce una circolare del Ministero della Salute.

Quarantena ridotta per i non vaccinati: da 10 a 5 giorni

Passa da 10 a 5 giorni la quarantena per le persone non vaccinate (o che abbiano effettuato solo il ciclo vaccinale primario, che prevede le prime due dosi, da più di 120 giorni) che sono entrate in contatto stretto con una persona positiva. Il provvedimento - è importante chiarirlo - si applica a coloro che non hanno sintomi e la cessazione della quarantena sarà tale sono a seguito di un tampone negativo (antigenico o molecolare).

 Per 10 giorni, poi, sarà comunque obbligatorio indossare la mascherina Ffp2.

 A chi si applica la misura

La misura dei 5 giorni di quarantena nei casi di contatti stretti (ad alto rischio) con positivi si applica dunque a:

  •  non vaccinati;
  •  quelli che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (ad esempio, abbiano ricevuto una sola dose di vaccino delle due previste);
  •  chi ha completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni;
  •  quelli che abbiano  completato il ciclo vaccinale primario o che siano guariti da precedente infezione da SARS-CoV-2 da più di 120 giorni senza aver ricevuto la dose di richiamo .

Per chi ha copertura da vaccino norme diverse

Rimangono invece come prima le norme per chi ha la terza dose, è guarito o ha fatto il vaccino negli ultimi 120 giorni. Per costoro le norme prevedono:

  • Autosorveglianza di cinque giorni
  • Obbligo di indossare la Ffp2 per 10 giorni
  • Se non sono emersi sintomi non serve il tampone d'uscita
  • In caso di sintomi è prevista l'effettuazione di un tampone  alla prima comparsa e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al Covid 19.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter