Attualità
cigliano

Scuola Marengo, contingentato l'ingresso in Consiglio: esposto al Prefetto

Il Pd: "La partecipazione dei cittadini non solo è un valore fondamentale ma è anche garantita dalle leggi dello Stato Italiano".

Scuola Marengo, contingentato l'ingresso in Consiglio: esposto al Prefetto
Attualità Vercellese, 15 Luglio 2022 ore 08:14

E’ giunto il momento di conoscere la valutazione finale sulla scuola dell’infanzia Ortensia Marengo di Cigliano, quella struttura chiusa nell’estate del 2020 per motivi di sicurezza.

La chiusura della scuola Marengo

Con un’ordinanza che portava la firma del primo cittadino Diego Marchetti, infatti, dopo la chiusura obbligata dovuta alla pandemia Covid19, ecco che una tegola si è abbattuta su questa scuola. Una decisione, che ha visto scendere in piazza i genitori, i nonni ma anche le insegnanti di questa scuola. E c’erano anche persone che non erano coinvolte in prima persona. Erano tutte le lì a chiedere la dimissioni del sindaco Diego Marchetti e della sua Giunta che a loro dire non avrebbe fatto nulla per riaprire quel plesso, per garantire una scuola adeguata ai bambini nella fascia d’età 3-6 anni. Quei bambini che sono stati obbligati a scegliere altri asili del Vercellese.
Una situazione che da due anni ormai tiene banco a Cigliano, una questione sulla quale le minoranze consiliari hanno sempre contraddetto il sindaco e la sua maggioranza. Uno scontro duro, oggetto di diverse interrogazioni, mozioni e Consigli comunali. Un tema che ha visto l’Amministrazione investire centinaia di migliaia di euro per garantire dallo scorso anno scolastico l’attività a Cigliano. E come? Adeguando il plesso di piazza Martiri d’Italia, liberando un’ala del piano terra per adibirla, appunto, alle lezioni dei più piccoli. Anche questa una scelta contestata da più e più persone.

Il giorno del Consiglio

E oggi, venerdì 15 luglio è il giorno in cui, attraverso l’analisi dello studio elaborato da uno studio di tecnici, si saprà se la scelte dell’Amministrazione Marchetti sia stata quella corretta. Una relazione che verrà esaminata nel corso del Consiglio comunale straordinario convocato per la mattinata di venerdì 15 luglio alle 11.
«L’ingresso sarà contingentato - spiega Marchetti - Saranno presenti esponenti politici della Provincia di Vercelli e della Regione Piemonte. Sarà un Consiglio fondamentale per il futuro della scuola».

La polemica

Una reazione a questo consiglio che prevede l'ingresso contingentato arriva dal Pd di Cigliano:

In occasione della convocazione del Consiglio comunale di Cigliano di venerdì 15 luglio, è stato reso noto che l'accesso alla sala consiliare è contingentato ad un numero massimo di ventidue persone, compresi i componenti del Consiglio comunale stesso.

Considerato che sono stati invitati anche gli organi di stampa ed alcuni rappresentanti di altre istituzioni, se ne deduce che la partecipazione della cittadinanza sarà di fatto preclusa.

Ci domandiamo quindi sulla base di quale normativa il sindaco Marchetti abbia disposto tali limitazioni, considerato che lo stato di emergenza non è più in vigore da qualche mese.

Per tale motivo, alcuni componenti del circolo Pd di Cigliano hanno inviato un esposto al Prefetto di Vercelli per chiedere che la convocazione venga adeguata alle norme vigenti.

La partecipazione dei cittadini non solo è un valore fondamentale ma è anche garantita dalle leggi dello Stato Italiano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter