Stramandriamo, domani il tanto atteso evento

Stramandriamo, domani il tanto atteso evento
Attualità Chivasso, 19 Giugno 2021 ore 05:58

Domani, domenica 20 giugno 2021 la festa per i sentieri della bellissima «Stramandriamo» a Chivasso. L’invito è di partecipare numerosi aspettando l’edizione del 2022.

Stramandriamo, domani il tanto atteso evento

Anche quest’anno la Stramandriamo causa Covid non può essere organizzata. Ed è un peccato perché è certo una delle manifestazioni sportive più accattivanti del territorio. Dove al di là della corsa si è sempre respirato un clima di amicizia. Quella vera.

Le parole degli organizzatori

Spiegano gli organizzatori:

«La nostra amata manifestazione a causa della pandemia Covid non sarà organizzata e la cosa non può che dispiacerci moltissimo vista la pausa forzata dello scorso anno e soprattutto la passione che abbiamo sempre messo nell'organizzarla.
Noi però dobbiamo sempre vedere il lato positivo delle cose e allora pensiamo che, nonostante tutto, anche in quest'anno sfortunato una cosa buona sia successa: abbiamo avuto il tempo di presentare un progetto che avevamo nel cassetto da un po’ di anni e che lo stop forzato alla manifestazione ci ha finalmente permesso di sviluppare come volevamo.
La nostra idea è quella di rendere permanenti i sentieri (ormai storici) della Stramandriamo e renderli fruibili a tutti per 365 giorni all'anno. Abbiamo presentato il progetto ai nostri Comuni, alla Città Metropolitana di Torino e alla Regione Piemonte e siamo onorati di comunicarvi che i vari Enti hanno risposto al nostro progetto con grande interesse e disponibilità a collaborare e portare avanti la nostra proposta di sentieristica intercomunale».

Un progetto che sarà accolto con grande entusiasmo dai runner e da tutti gli appassionati di una sana camminata in mezzo alla natura e lontano da smog e cemento.
Da qui l’idea di creare un evento ad hoc per tenere a battessimo la nascita di questi percorsi.
Domenica 20 giugno, giorno in cui avrebbe dovuto tenersi la podistica i percorsi da 5k, 10k e 21k saranno segnati in via provvisoria -in attesa della segnaletica permanente- e saranno fornite le relative tracce gps che si possono scaricare liberamente da internet.
Nei prossimi mesi il progetto andrà avanti con gli Enti coinvolti per realizzarlo in maniera permanente con segnaletica unificata verticale e orizzontale, pannelli informativi, comunicazione adeguata e tutto quanto necessario per trasformare in realtà il nostro progetto.

Gli amici della Stramandriamo ringraziano il Presidente Cirio della Regione Piemonte che ha concesso il proprio Patrocinio così come hanno fatto i nostri Comuni di Chivasso, Mazzè e Rondissone, oltre che gli Uffici della Città Metropolitana di Torino che hanno subito prestato grande attenzione alla proposta e hanno offerto tutta la loro collaborazione. Continuano: «Un grazie anticipato anche alle associazioni amiche e ai volontari che si attiveranno per aiutarci a segnare quasi 40 km di sentieri o collaboreranno come vorranno».
Quindi domenica 20 siamo tutti invitati alla Mandria per camminare, correre o andare in bicicletta; all'alba, in mattinata o al pomeriggio o anche di sera.! Potrebbe essere l'occasione per fare un pic-nic in mezzo ai campi, allenarsi in tranquillità sui sentieri per nulla trafficati, costeggiare la Dora, vedere l'allevamento ittico nei laghetti lungo la Dora, vedere il centro storico di Mazzè e raggiungere il Castello dal quale vedere il panorama, giocare, scherzare e soprattutto divertirsi rivedendo la nostra Mandria!

Concludono il direttivo di Stramandriamo e la Pro Mandria:

«Noi ci saremo, venite quando siete comodi, con chi volete o da soli, a piedi, in bicicletta, su una handbike, sul passeggino, nel marsupio di mamma o in spalle a papà mettetevi la vostra maglietta Stramandriamo e venite a colorare la Mandria con i sorrisi che il Covid ci ha fatto dimenticare, ma che ci sono sempre, sotto le mascherine, ma ci sono!Non è una manifestazione, è un semplice invito a godere del nostro territorio e a fare attività fisica all'aria aperta rispettando le norme anti-covid e soprattutto facendo del Bene a voi stessi!
La partecipazione è libera e gratuita.
E speriamo che un po' di famiglie e amici abbiano voglia di pedalare o mettere le scarpe da ginnastica e venire a godersi il territorio meraviglioso costeggiando la Dora è arrivando fino a Mazzè per goderne anche dall'alto...
Lo vediamo come un segnale di speranza per dimenticare questo anno terribile e augurarci di poter tornare a fare la Stramandriamo l'anno prossimo senza mascherine e distanziamento».