CRESCENTINO

Suor Angelita lascia la città

Oggi, sabato 10 luglio la funzione durante la quale si congederà alla presenza dei fedeli.

Suor Angelita lascia la città
Attualità Vercellese, 10 Luglio 2021 ore 05:57

Dopo don Edoardo e don Paolo, la città di Crescentino saluta anche suor Angelita Surian. Oggi, sabato 10 luglio la funzione durante la quale si congederà alla presenza dei fedeli.

Suor Angelita lascia la città

Solo qualche settimana fa la comunità di fedeli di Crescentino aveva scoperto che con la fine del mese di agosto don Edoardo e don Paolo avrebbero dovuto lasciare la parrocchia della Beata Vergine Assunta.
Domenica scorsa, invece, nel corso della funzione che si è svolta nella chiesetta di San Pietro, don Edoardo ha ufficializzato un’altra partenza, quella di Suor Angelita Surian, superiora della Comunità delle Suore Maria Consolatrice che per molti anni ha operato all’Istituto Minella a Crescentino che quest’anno festeggia i 53 anni di vita religiosa.
Suor Angelita, infatti, è stata per anni il pilastro della struttura dedicata all’accoglienza di donne che si trovano in difficoltà con se stesse, nella funzione genitoriale, nei rapporti di coppia, con la famiglia o con l’ambiente sociale in cui vivono. Una suora che in questi anni ha dato molto a questa città, a questa comunità affrontando anche i dolori della pandemia che nel marzo scorso ha strappato alla vita Suor Piergemma, grande collaboratrice di Suor Angelita.
Ma anche fuori dalle mura di quella Casa famiglia, Suor Angelita ha fatto molto.

Una figura molto importante

Una figura di estrema importanza come ricorda anche Ester Paiano: «Possiamo definire la personalità di Suor Angelita effervescente che ha contribuito a dare slancio all'attività della Parrocchia.
Molto propositiva, con una preparazione approfondita, ha condotto la formazione dei genitori per la preparazione ai Sacramenti.
Sempre molto entusiasta e desiderosa di diffondere la Parola di Dio in ogni occasione, ogni giorno (soprattutto al mattino presto) dedicava molto tempo all'ascolto, alla preghiera, alla meditazione e all'approfondimento della Parola utilizzando anche le più recenti opportunità offerto le dalla tecnologia per un arricchimento non solo personale, ma anche dei vari gruppi parrocchiali.
Molto socievole ha cercato di instaurare rapporti personali soprattutto con le persone che incontrava sia in chiesa che lungo le vie di Crescentino.
Ministro straordinario dell'Eucaristia portava Gesù alle persone malate e non mancava mai di fermarsi presso di loro per una parola di conforto e di incoraggiamento, invitando a confidare nell'aiuto di Dio.
Periodicamente visitava anche le famiglie intrattenendosi con loro e portando una ventata di allegria e di gioiosa e contagiosa serenità».

Oggi il saluto

La comunità potrà salutare Suor Angelita nel pomeriggio di oggi, sabato 10 luglio nella chiesa parrocchiale di Crescentino durante la funzione delle 18. Durante la funzione, la Superiora si congederà.