Attualità
TORRAZZA PIEMONTE

Tassa rifiuti più cara del 14%

L’immondizia adesso peserà maggiormente sulle tasche di tutti i residenti.

Tassa rifiuti più cara del 14%
Attualità Chivasso, 07 Maggio 2022 ore 05:29

Aumenti in vista per l’anno 2022. Ad aumentare sarà la Tari. Una decisione presa nel corso dell’ultima seduta consiliare di giovedì 29 aprile. Un rincaro che sarà visibile nella bolletta di conguaglio del 2022.

Tassa rifiuti più cara del 14%

«Con la deliberazione Arera ha pubblicato l’aggiornamento del Metodo Tariffario Rifiuti (MTR-2) che disciplinerà le tariffe del servizio. - il sindaco Paolo Bodoni cerca di spiegare il motivo che ha portato a questo aumento - Ne consegue che negli anni dal 2022 al 2025 saranno applicate tariffe determinate con la nuova metodologia e tali tariffe saranno dunque determinate sulla base di un piano economico finanziario di durata quadriennale che comprende, così come per i precedenti PEF 2020 e PEF 2021, tutte le componenti di costo relative al servizio rifiuti, con riferimento ai costi consuntivi 2020 per l’annualità 2022 ed ai costi consuntivi 2021 per le annualità 2023, 2024 e 2025. Il Consorzio di Area ha validato il PEF 2022-2025 con un importo di 1.592.178 euro per l’anno 2022».
Il nuovo PEF ha comportato uno spostamento dei costi sulla parte variabile e conseguentemente le tariffe hanno un aggravio di costi su questa ed un minore impatto sulla parte fissa.
«E’ da tenere in considerazione che le tariffe delle singole categorie di utenza sono state elaborate in base ai parametri di riferimento contenuti nel regolamento comunale per la disciplina della tassa sui rifiuti per quanto possibile, il minor impatto sulle singole tipologie di utenza.
Più precisamente la ripartizione dei costi fra utenze domestiche e non domestiche nella misura rispettivamente del 64% e del 36%. La nuova regolamentazione di ARERA, il “debito” che Brandizzo ancora aveva con il Consorzio e i costi “vivi” aumentati del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, hanno determinato un aumento delle tariffe per tutti i brandizzesi in media del 14% per il 2022.
L’impegno di questa Amministrazione sarà quello di vigilare attentamente affinché il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti avvenga nel migliore dei modi, come previsto da tutti gli accordi e le norme.
Ci impegniamo a lavorare all’interno del Consorzio affinché i costi del servizio non aumentino ulteriormente in futuro a danno dei cittadini.
Infine, tutte le risorse ancora presenti nel nostro bilancio, che sappiamo poter spendere in favore di cittadini/aziende in difficoltà a causa della pandemia da Covid 19, saranno indirizzate per un aiuto in forma di contributi per abbattere le tariffe Tari per queste famiglie/aziende» conclude il sindaco.

L’opposizione

Alternativa Civica e Pd per Brandizzo hanno votato contro questo aumento.
«L’incremento delle tariffe della Tari negli scorsi anni è andato ad incidere negativamente sui precari bilanci familiari e sulle attività - esordiscono Giuseppe Deluca e Antonella Multari, consiglieri di Alternativa Civica -. Da anni non condividiamo l’impostazione dei piani finanziari Tari che risultano sempre molto onerosi e con tariffe elevate che rendono le bollette molto pesanti e a farne le spese sono costantemente i brandizzesi, anche e soprattutto in questi periodi di forte crisi economica per le famiglie.
I risultati evidenziati in questo ultimo anno, da quando sono state decise novità in materia di raccolta rifiuti e spazzamento strade, non sono soddisfacenti.
Rincari dal 12 al 16 per cento in bolletta altre al fatto che dai primi dati provvisori emerge che nel 2021 la percentuale della raccolta differenziata è scesa dal 65% al 60%.
Alla luce dei risultati ottenuti queste ci sembrano scelte non corrette e pertanto di conseguenza il voto di Alternativa Civica è stato contrario a questi aumenti».
Stessa reazione di Alternativa Civica è stata quella del gruppo consiliare Pd per Brandizzo che vede seduti tra i banchi consiliari Monica Durante e Marco Volpatto che in seguito alle nuove tariffe Tari hanno affermato: «Il nostro gruppo si è detto nettamente contrario all'aumento delle tariffe tariffe tari per il 2022. Da qui il nostro voto contrario alla delibera della giunta bodoni che graverà sulle famiglie e sulle imprese Brandizzesi per il 15% in più rispetto al 2021.
Non è questo il momento di aumentare le tasse!».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter