CHIVASSO

Via Roma pedonale... si può fare

Gli esercenti si accontenterebbero anche solo nei week end.

Via Roma pedonale... si può fare
Attualità Chivasso, 30 Maggio 2021 ore 05:58

Via Roma pedonale... si può fare. Gli esercenti si accontenterebbero di un’isola pedonale anche solo nei week end.

Via Roma pedonale... si può fare

Tra locali storici e nuove aperture (contando ristoranti, pizzerie e bar) quella di via Roma si conferma una delle aree della città con la più alta vocazione enogastronomica.
In attesa delle riaperture «all’interno», i marciapiedi sono tornati ad ospitare i dehor, ma parlando con gli operatori nessuno di loro nasconde un sogno che potrebbe, con pochi interventi, trasformarsi in realtà.
Il sogno è quello di una via Roma pedonale, da piazza del Popolo all’incrocio con via Momo, una «novità» che potrebbe davvero cambiare il volto del centro storico di Chivasso.
Di primo acchito sembra un’impresa impossibile, ma alla fine per trasformare in realtà questa ipotesi basterebbe davvero poco, ovvero cambiare il senso di marcia lungo via Italia e piazza della Repubblica.

Modifiche alla viabilità

Le auto dirette in stazione potrebbero o svoltare a destra, e proseguire poi verso via Momo (già ora a doppio senso di marcia) o sfruttare il parcheggio del Movicentro. I bus, invece, avrebbero come unica possibilità la svolta a sinistra, sempre verso il Movicentro. Nessuna modifica, invece, alla viabilità di via Cairoli e via San Carlo.
L’unico vero problema è legato ai parcheggi che verrebbero cancellati dalla trasformazione di via Roma in isola pedonale, ma è anche vero che sono ormai anni che la città aspetta la trasformazione del piazzale ad est dell’Agenzia delle Entrate in un parcheggio degno di questo nome.

Anche solo nel weekend

Gli esercenti si accontenterebbero di un’isola pedonale anche solo nei week end, e invertendo comunque il senso di marcia tra via Italia e via Roma basterebbe posizionare due transenne il venerdì per toglierle la domenica.
Altre grosse problematiche non sembrano essercene, e le poche (legate agli autobus) potrebbero sparire del tutto se Palazzo Santa Chiara dovesse finalmente decidere di spostare il Movicentro a nord della linea ferroviaria, in via Ceresa.
A questo punto il sasso è stato lanciato, e non resta che attendere un eventuale interessamento da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Castello, sentiti gli assessori «competenti» Pasquale Centin e Domenico Barengo.