Attualità
CHIVASSO

Via Torino, tra i colombi e le cacche dei cani non se ne può proprio più

La rabbia di alcuni commercianti. Situazione critica anche al Cimitero

Via Torino, tra i colombi e le cacche dei cani non se ne può proprio più
Attualità Chivasso, 11 Dicembre 2022 ore 06:28

I chivassesi sono stufi di dover convivere con gli escrementi dei colombi che infestano le loro case e le vetrine dei negozi sottostanti.

Tra i colombi e le cacche non se ne può proprio più

Oltreché dare vita a un quadro di sporcizia e degrado è anche rischioso per la salute per chi transita in via Torino. L'isola pedonale che dovrebbe essere un gioiellino. Il cuore della città. E invece questi volatili rovinano tutto.
La protesta di alcuni commercianti che hanno la loro attività tra piazza del Duomo e piazza d’Armi è unanime. «Ogni mattina dobbiamo lottare con la sporcizia che lasciano i colombi, ci stanno rovinando tutto.
Se guardate i marciapiedi e le tende parasole è un vero disastro. E nonostante ogni mattina ripuliamo, il giorno successivo è la stessa storia. Oltre a essere uno spettacolo brutto a vedersi crediamo sia anche pericoloso per la salute. Insomma bisognerebbe proprio trovare una soluzione».

La polemica

Aggiungono che già c’è il problema della pipì e delle feci delle cacche dei cani perché ci sono ancora troppe persone che non si preoccupano di raccogliere o di pulire con l’acqua.
«La colpa - ci dice una commerciante - non è dell’animale ovvio ma del suo padrone. Basta quando si porta a spasso il proprio fido portarsi dietro una bottiglietta d’acqua e un sacchetto per evitare che i nostri marciapiedi diventino un gabinetto per gli amici a quattro zampe».

Disagi anche al cimitero

Tornando ai colombi la loro presenza sta cerando problemi anche al cimitero. Le loro cacche sono dappertutto uno spettacolo indecente e come dicevamo anche pericoloso.
Non è bello vedere i loculari o i tetti delle tombe di famiglie piene di escrementi e piume.
Da più parti si chiede di intervenire, di limitare la presenza dei piccioni. Che stanno dilagando.

Seguici sui nostri canali