A CRESCENTINO

A luglio arriverà un nuovo vigile

Ma  non l'unica assunzione prevista dal sindaco Vittorio Ferrero. 

A luglio arriverà un nuovo vigile
Vercellese, 29 Giugno 2020 ore 14:05

A luglio arriverà un nuovo vigile a Crescentino. Ma  non l’unica assunzione prevista dal sindaco Vittorio Ferrero.

Rivoluzione in Comune

In un solo anno di mandato, il sindaco Vittorio Ferrero è riuscito ad avviare una rimodulazione del personale dipendente del Comune di Crescentino.
Nonostante alcune diatribe tra gli schieramenti per via delle scelte adottate da Ferrero nelle prime settimane di mandato, lui ha proseguito con quel progetto che aveva chiaramente in mente, anche a fronte delle scelte di alcuni dipendenti di lasciare gli uffici per altri incarichi pubblici.

A luglio arriverà un nuovo vigile

«Dalla prossima settimana avremo a disposizione tre nuovi cantieristi grazie al bando Over 58 – spiega Ferrero – Saranno a disposizione del Comune per 75 ore settimanali per i prossimi 12 mesi.
Da metà luglio, poi, arriverà anche un nuovo vigile urbano: era un punto fondamentale del nostro programma elettorale ed amministrativo quello di potenziare l’ufficio di polizia municipale. Ed entro la fine del nostro mandato abbiamo l’obbiettivo di avere oltre al comandante anche 4 civich e l’impiegata così da avere una pattuglia al giorno con un servizio totale da 12 ore e anche in orario serale.
Un nuovo impiegato anche all’ufficio lavori pubblici, un altro nel settore edilizio e anche il settore segreteria è stato rafforzato con una dipendente a scavalco in accordo con il Comune di Casale Monferrato e una nuova dipendente a tempo pieno. Dunque l’ufficio è stato reso più efficiente e strutturato in modo tale anche da portare avanti attività culturali e di marketing, settori importanti anche per rilanciare l’economia della nostra città anche a fronte dell’emergenza Coronavirus Covid19».

Il commento del sindaco

Ferrero poi commenta: «Queste operazioni si sono rese necessarie nei primi mesi del mio mandato amministrativo per via della mancanza di lungimiranza della passata amministrazione. In passato, infatti, non si è pensato affatto al turn over che si sarebbe verificato. Se fosse stato diversamente avremmo gestito tutto in maniera più semplice ma siamo riusciti nel nostro intento anche se abbiamo vissuto l’emergenza sanitaria Coronavirus.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità