caluso

«Addio Piter, eri una persona speciale per la comunità»

L'addio della frazione Rodallo a Pier Renzo Farcito.

«Addio Piter, eri una persona speciale per la comunità»
Cronaca Chivasso, 11 Luglio 2021 ore 01:19

La frazione Rodallo è in lutto per la morte di un concittadino, Pier Renzo Farcito, che negli anni si è sempre prodigato a favore della comunità regalando tempo, disponibilità e affetto alle realtà associative locali.

Morto Pier Renzo Farcito

A piangere la scomparsa di Pier Renzo Farcito, oltre alle sorelle Maresa e Fernanda e al fratello Maurilio con le rispettive famiglie, sono i rappresentanti dell’associazione dilettantistica U.S.G. (Unione Sportiva Gioventù) rodallese e del C.A.R.C. (Centro Assistenziale Ricreativo Culturale).

Il ricordo

«Vogliamo ricordare il caro Piter, per il l’affetto e il sostegno sempre dimostrato nei confronti delle realtà associative di Rodallo – dichiara Elvio Actis Grosso attuale presidente della U.S.G. – Pier Renzo Farcito era stato negli anni consigliere all’interno del direttivo della Fondazione Ente Felicita Ubertini, poi prima del 1982 aveva ricoperto per anni la carica di presidente della U.S.G. E proprio in questo ambito aveva sempre dimostrato il suo attaccamento all’associazione e ai ragazzi che ne facevano parte come sportivi». Una persona cordiale e stimata, un volontario nel vero senso della parola, ma anche un grande sportivo. «Personalmente posso dire che Piter era una persona stimata in tutto il paese – dichiara Alessandro Actis Grosso presidente del Carc - il mio ricordo simpatico di lui erano i battibecchi tra noi due in maniera goliardica, che possono esistere tra un tifoso Juventino, lui e uno del Toro, io.
La Juventus è sempre stata la sua squadra del cuore ed è stato veramente un grande tifoso Juventino».

Farcito e il mondo delle associazioni

Alle menzionate realtà associative va il merito di continuare ad aprire le porte della cultura a un pubblico non solo rodallese grazie alla realizzazione di eventi e progetti di grande valenza sia culturale che sociale. Un esempio? Il Premio Letterario Amilcare Solferini nato per volontà del C.A.R.C., un percorso di poesia e prosa rivolto a ogni fascia di età, giunto quest’anno alla sua sesta edizione raccogliendo consensi di partecipazione da ogni regione d’Italia.
La Biblioteca Amilcare Solferini, riaperta circa due anni fa grazie all’impegno dell’associazione sportiva dilettantistica U.S.G. rodallese, che si è occupata dei lavori di restyling e catalogazione del patrimonio librario esistente, si è anche accollato l’onere di inserire all’interno del patrimonio librario in dotazione numerosi volumi provenienti da donazioni.
Proprio in quest’ottica di sinergia e condivisione va maggiormente riconosciuto il ruolo di Pier Renzo farcito all’interno della comunità rodallese e canavesana.