A TORINO

Aggredisce la ex fidanzata perché non si rassegna alla fine della relazione

Si tratta di un cittadino italiano di 34 anni.

Aggredisce la ex fidanzata perché non si rassegna alla fine della relazione
Torino, 17 Maggio 2020 ore 10:01

Aggredisce la ex fidanzata perché non si rassegna alla fine della relazione. I fatti accaduti in zona Parella a Torino. Si tratta di un cittadino italiano di 34 anni.

Aggredisce la ex fidanzata

Lunedì mattina un cittadino allerta il 112 NUE: un uomo sta tentando di sfondare a calci la porta d’ingresso della sua abitazione. Si tratta del suo ex compagno, cittadino italiano di 34 anni. Una
relazione finita e mai accettata. Chiamate continue, messaggi offensivi ed un primo tentativo, domenica sera, di rientrare in casa con la forza. La vittima allora, spaventata dalla reazione dell’uomo, decide di aprire la porta, nella speranza di gestire la situazione e tranquillizzarlo, ma è a questo punto che il trentaquattrenne, con gesto fulmineo, porta le mani al collo dell’ex, minacciandolo di non urlare. Dopo alcuni attimi la vittima riesce a liberarsi dalla presa e tenta di scappare portando con sé chiavi e cellulare ma viene immediatamente bloccato, privato dei suoi
effetti e rinchiuso nella sua stessa casa. La reazione non si fa attendere: approfittando di un momento di distrazione, riesce a spingere l’ex fuori dalla porta, per poi bloccarla dall’interno. A nulla valgono i tentativi del trentaquattrenne di rientrare con il mazzo di chiavi, sottratto poco prima, che aveva occultato tra le mani. L’indomani mattina il reo si presenta nuovamente alla porta dell’ex.

La richiesta di aiuto

Violento e minaccioso, tenta nuovamente di sfondare la porta. E’ a questo punto che la vittima chiama il 112 NUE. L’uomo, udito l’arrivo della volante, scende in strada e tenta la fuga, gettando tra le auto in sosta le chiavi dell’appartamento.

Denunciato

Fermato dagli agenti del commissariato San Donato, il trentaquattrenne, con precedenti specifici di Polizia, è stato denunciato per percosse, violenza privata, sequestro di persona, atti persecutori e tentata violazione di domicilio.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità