Allarme bomba al Tribunale, i plichi potevano esplodere

Due buste esplosive indirizzate a due magistrati

Allarme bomba al Tribunale, i plichi potevano esplodere
Cronaca 07 Giugno 2017 ore 15:24

Due buste esplosive indirizzate a due magistrati

Aggiornamento delle 14:25:

Potevano esplodere i due ordigni artigianali recapitati, nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 7 giugno, alla Procura della Repubblica di Torino. Le due buste indirizzate ai Pubblici ministeri Rinaudo e Sparagna contenevano polvere esplosiva, fili elettrici e batterie in grado di innescare gli ordigni artigianali. Lo hanno confermato i rilievi degli atificieri dei Carabinieri che hanno analizzato i plichi sospetti che hanno fatto scattare l'allarme bomba. E intanto è mistero sulla rivendicazione del gesto. Non si esclude che gli autori siano connessi alle inchieste delicate seguite e coordinate dai due magistrati torinesi

Due buste contenenti polvere esplosiva hanno fatto scattare, alcuni minuti fa, l'allarme bomba all'interno del Tribunale di Torino. 
Le missive, secondo quanto si apprende, sarebbero state recapitate all'attenzione di due magistrati torinesi, Rinaudo e Sparagna. 

Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco, gli artificieri dei carabinieri e le forze dell'ordine che stanno procedendo alle verifiche del caso. Non è ancora chiara la natura del materiale rinvenuto all'interno delle due buste "intercettate" nell'ufficio di smistamento al pian terreno del Palagiustizia intitolato al magistrato Bruno Caccia. Alcune udienze sono state sospese, ma il Tribunale non è stato evacuato.

notizia in aggiornamento...