Allarme smog, oggi riprende il blocco per i mezzi inquinanti

Dopo una giornata di sospensione alle limitazioni

Allarme smog, oggi riprende il blocco per i mezzi inquinanti
Cronaca 17 Dicembre 2016 ore 10:42

Dopo una giornata di sospensione alle limitazioni

Riprendono oggi, sabato 17 dicembre, le limitazioni al traffico veicolare dopo la sospensione a causa dello sciopero dei mezzi pubblici di ieri.
In particolare, i mezzi che non potranno circolare sono quelli più inquinanti con una omologazione precedente all’Euro 4.

L’adesione al Protocollo Operativo della Regione Piemonte per limitare l’inquinamento riguarda, in particolar modo, Torino, Settimo e San Mauro per i Comuni del nostro territorio. 
Il “colore” del semaforo sulla qualità dell’aria resta Giallo.

LIMITAZIONI AGGIUNTIVE

Per i veicoli adibiti al trasporto di persone dalle ore 8,00 alle ore 19,00 è vietata la circolazione dinamica di tutti i veicoli aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente (categoria M1)
– alimentati a benzina, metano o a gpl con omologazioni precedenti all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CE),
– dotati di motore diesel con omologazioni precedenti all’EURO 4 (Direttiva 98/69/CE).
– veicoli, fatte salve le limitazioni di cui ai punti precedenti, con qualsiasi alimentazione con potenza superiore a 150kw ad eccezione dei veicoli condotti da possessori di abbonamenti a servizi di car-sharing al fine di consentire il raggiungimento della prima postazione utile del servizio in ambito comunale o metropolitano o in possesso di abbonamento al servizio di trasporto pubblico locale dell’area metropolitana di Torino.
È altresì vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi delle categorie L1 e L3 con omologazione precedente alla normativa EURO 1 (Direttiva 97/24/CE).
Per i veicoli adibiti al trasporto merci dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 14,30 alle 19,00 è vietata la circolazione dei veicoli aventi massa massima inferiore alle 3,5 ton. (categoria N1):
– alimentati a benzina con omologazioni precedenti all’EURO 1 (Direttiva 91/441/CE),
– dotati di motore diesel con omologazioni precedenti all’EURO 4 (Direttiva 98/69/CE).
È altresì vietata la circolazione dinamica dei ciclomotori e motocicli con motore termico a due tempi a tre ruote delle categorie L2, L4 e L5 con omologazione precedente alla normativa EURO 1 (Direttiva 97/24/CE).
I veicoli per trasporto persone di categoria M1 utilizzati dagli agenti di commercio che siano iscritti al ruolo presso la Camera di Commercio ai sensi della legge 204/1985 sono oggetto degli stessi orari di limitazione dei veicoli adibiti al trasporto merci di categoria N1. L’iscrizione al ruolo deve essere attestata da un documento della Camera di Commercio.

PROVVEDIMENTI AGGIUNTIVI LEGATI ALL’ATTUAZIONE DEL PROTOCOLLO REGIONALE
1.Regolazione degli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici ad eccezione degli edifici destinati ad asili nidi e scuole per l’infanzia, in modo da assicurare una temperatura massima non superiore a 19°C
2.Regolazione degli impianti di riscaldamento degli edifici privati in modo da assicurare una temperatura massima non superiore a 20°C e riduzione di 1 ora di funzionamento
3.Divieto di bruciare residui vegetali in campo
4.Divieto di utilizzo caminetti aperti
5.Divieto di spandimento libero in agricoltura dei liquami derivanti da deiezioni animali

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità