a chivasso

Addio Anna Robasto, Signora del Cerello

Ha lottato per difendere il territorio.

Addio Anna Robasto, Signora del Cerello
Cronaca Chivasso, 06 Febbraio 2021 ore 05:23

Addio Anna Robasto, Signora del Cerello. Grande il suo impegno nel mondo agricolo e ambientale. Ha lottato per difendere il territorio.

Addio Anna Robasto, il ricordo di Ventura

«Domenica se n’è andata una grande donna. Anna Robasto, una donna riservata e passionale. Forte e colta. Amante della natura e convinta combattente in difesa dell’agricoltura.
Ho avuto la fortuna di esserle amico e condividere per tanti anni la sua grande passione per il Cerello. Buon viaggio cara Anna». Sono queste le toccanti parole dell’artista e dipendente comunale Nino Ventura che ha conosciuto molto bene Anna Robasto.

La sua grande passione per l’agricoltura

Anna e la sorella Paola hanno sempre gestito la tenuta Cerello, un tenuta agricola molto estesa che confina con il torrente Malone e dall’altra parte con l’Orco.
Coltivavano cereali e dopo la morte di sua sorella, Anna ha proseguito il suo impegno e lavoro con la nipote Mariella.
Si è sempre occupata della promozione del territorio e della difesa dell’agricoltura e dell’ambiente. Aveva collaborato in maniera molto attiva con il comitato Basso Canavese insieme a Carla Boero e aveva portato all’attenzione di Città Metropolitana e Regione le questioni legate all’agricoltura e all’ambiente, si era battuta per il ripristino degli argini spondali, insomma era quella che si può definire una pasionaria.
Anna sosteneva il valore dell’agricoltura inteso anche come risorsa ambientale. Anna avrebbe compiuto 80 anni in questo mese di febbraio e per tutta la sua vita si è sempre prodigata per la promozione del territorio e con lei il Cerello è diventato un grande punto di riferimento per il territorio.

L’impegno per l’ambiente

La scorsa estate aveva partecipato ad un incontro pubblico contro la realizzazione di un impianto a biometano che sarebbe dovuto sorgere a San Benigno e anche qui espresse la sua contrarietà all’opera.

Madrina delle ambulanze  e Commendatore d’Onore

Nel 2014 in occasione dei 140 anni della Croce Rossa di Chivasso, Anna Robasto era stata insieme a Gianna Pentenero, a Maria Masoero e a Emanuela Bonaudo madrina dei quattro nuovi mezzi di soccorso inaugurati.
Sempre nel 2014, in occasione dell’apertura della tornata annuale la «Confraternita del Sambajon e dij Noaset» aveva nominato Anna Robasto, Commendatore d’Onore proprio nella suggestiva tenuta del Cerello. Anna si è spenta domenica 31 gennaio all’ospedale di Chivasso. I funerali si sono svolti in forma privata nel pomeriggio di ieri, martedì 2 febbraio, nella tenuta Cerello, luogo da lei molto amato e a cui si è sempre dedicata.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli