Cronaca
MONTANARO

Bimba punta da un calabrone

«Deve diventare ordinaria la disinfestazione» .

Bimba punta da un calabrone
Cronaca Chivasso, 04 Settembre 2022 ore 06:29

Una bimba di quattro anni punta da calabroni, il parco giochi chiuso per qualche giorno ed il Comune che si affretta a disinfestarlo.

Bimba punta da un calabrone

Questo quanto accaduto nel parco giochi del castello, uno spazio che le famiglie scelgono nella bella stagione per fare giocare i propri figli in mezzo alla natura. «La bambina era appena scesa da un’altalena per andare a giocare con un altro gioco - racconta Stefano Pellegrino, consigliere di opposizione IdeaMontanaro - quando è stata punta due volte da un calabrone. Il padre l’ha subito soccorsa portandola al Pronto Soccorso di Chivasso. Non era allergica e l’hanno dimessa subito. Non è successo nulla di grave, ma grande lo spavento di questa famiglia che ha passato un momento brutto».
Un accaduto «annunciato» che si poteva prevedere dato che i nidi di calabroni c’erano già da tempo. «Ad inizio estate avevamo fatto un’interrogazione al riguardo - spiega Pellegrino - Il Comune aveva fatto una disinfestazione ma i calabroni hanno riformato il nido su altre piante. Possiamo anche avere crateri nelle vie del paese, acqua che zampilla lungo le strade come le sorgenti di Vinadio, erbacce e polloni che neanche si vedono nella foresta Amazzonica, ma la sicurezza dei nostri bambini non può passare in secondo piano. Abbiamo dunque ripresentato dopo la brutta esperienza  un’altra interrogazione e siamo contenti che l’Amministrazione comunale sia subito intervenuta». Il parco è stato chiuso per consentire le operazioni di bonifica.

L'intervento dell'Amministrazione

«Mediante un’ordinanza di salute pubblica e una delibera di Giunta - dice il sindaco Giovanni Ponchia -  ho sbloccato un fondo di riserva del bilancio comunale ed abbiamo effettuato interventi straordinari di disinfestazione da calabroni in diverse aree del parco del Castello dei Conti Frola e in via Molino. Siamo ulteriormente intervenuti con una ditta specializzata per garantire l’apertura in tutta sicurezza del parco. Ringrazio i cittadini che hanno segnalato la presenza dei nidi che abbiamo riscontrato distribuiti in più aree. La sicurezza dei parco giochi e dei bambini viene prima di tutto. Il parco è adesso disponibile e sicuro per i bambini del nostro paese». La presenza dei calabroni non deve mai essere sottovalutata. Le punture sono infatti pericolose per soggetti allergici che potrebbero avere uno shock anafilattico, anche con esito letale. «Quello che chiederei - conclude il consigliere di opposizione Pellegrino - è che la disinfestazione del parco del castello diventi una buona abitudine e possa essere ripetuta ogni anno per prevenire tali spiacevoli fatti».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter