Cronaca
TORRAZZA PIEMONTE

Botte ai colleghi e ai carabinieri: arrestato dipendente

La ricostruzione dei vertici della struttura.

Botte ai colleghi e ai carabinieri: arrestato dipendente
Cronaca Chivasso, 24 Settembre 2022 ore 07:02

Scene di ordinaria follia, nella giornata di lunedì 19 settembre, all’interno della RSA di Torrazza.

Botte ai colleghi e ai carabinieri: arrestato dipendente

Stando ad una prima ricostruzione di quanto avvenuto, sembra che un OSS abbia discusso prima con i colleghi, poi con i carabinieri di Verolengo chiamati dalla struttura. Alla vista delle divise, però, invece di calmarsi l’OSS avrebbe dato ancora più in escandescenza, colpendo tutti (colleghi e militari) con una raffica di pugni.

Il direttore

A margine della vicenda interviene Mario Modolo, direttore generale dell’azienda 3AMilano: «Ci teniamo a chiarire le dinamiche che hanno portato all’arresto dell’operatore sociosanitario della residenza per anziani di Torrazza. È stata la nostra azienda a denunciare. È stato il nostro direttore sanitario della struttura a rendersi conto di alcuni atteggiamenti inappropriati da parte dell’operatore in questione, sospettando il furto di alcuni oggetti. Prima di procedere con la denuncia ha ricercato un dialogo con il lavoratore. A tentativo fallito, il direttore si è trovato costretto a richiedere l’intervento dei Carabinieri. In loro presenza è avvenuta l’aggressione fisica e verbale, che ha coinvolto anche le stesse forze dell’ordine, e che ha infine condotto all’arresto dell’operatore. Svolgiamo un’opera di formazione costante degli operatori proprio per prevenire atteggiamenti inopportuni e verifichiamo rigorosamente il possesso di tutti i titoli abilitanti, ma il comportamento dei singoli è talvolta imprevedibile. Per questo motivo il direttore sanitario ha immediatamente approfondito i suoi sospetti e richiesto l’intervento delle forze dell’ordine prima che la situazione degenerasse. Il direttore sanitario e il personale presente durante il fatto forniranno ogni supporto necessario ai Carabinieri per la convalida dell’arresto e per tutte le procedure successive».

Seguici sui nostri canali