la situazione

Cani da guardia delle greggi aggrediscono i passanti

In questi casi, si tratta esclusivamente di segnalazioni ma non sono state sporte denunce,

Cani da guardia delle greggi aggrediscono i passanti
Chivasso, 28 Giugno 2020 ore 02:12

Un tavolo per discutere sul pascolo vagante. Questo quanto si è svolto nella mattinata di sabato 20 giugno quando alcuni amministratori comunali guidati dal sindaco Giovanni Ponchia si sono riuniti a Palazzo Bricha per parlare della pastorizia, una delle attività agricole più antiche ancora praticate nel nostro territorio ma che purtroppo talvolta vanno incontro a qualche criticità.

Cani aggrediscono

«L’obiettivo della nostra riunione – spiega il Consigliere all’agricoltura Simone Debernardi – è stato quello di parlare di alcune segnalazioni che abbiamo ricevuto attraverso i social network che riguardano l’aggressione dei cani da guardia delle greggi nei confronti di alcuni passanti nelle zone nei pressi del fiume Orco. In questi casi, si tratta esclusivamente di segnalazioni ma non sono state sporte denunce, dunque non ci sono i presupposti necessari per procedere a provvedimenti più seri. Tuttavia, abbiamo ritenuto opportuno attivarci presso i Carabinieri della stazione di Montanaro guidata dal Maresciallo Giuseppe Pittaluga in modo che possano procedere a fare controlli più specifici in queste zone. Inoltre, nel corso di questa settimana, provvederemo a contattare la Forestale che si occuperà di valutare dal punto di vista sanitario e comportamentale questo genere di cani che potrebbero anche essere sequestrati nel caso fossero considerati pericolosi. Fra l’altro, in questi giorni ho provveduto a fare un sopralluogo nella zona, non riscontrando alcun problema. Il consiglio è che non bisogna avvicinarsi alle greggi, il cane da guardia è infatti addestrato per proteggere le greggi e quando avverte qualche minaccia, istintivamente ha una reazione di difesa anche aggressiva. Il suggerimento è dunque quello di non avvicinarsi alle greggi, ignorarle e non disturbarle per non andare incontro a reazioni inaspettate».

Nessun pascolo abusivo

Situazioni queste che si presentano in prossimità della stagione degli alpeggi e cioè quando le greggi si spostano verso le montagne, proprio in questo periodo. «Un aspetto positivo in questo periodo di transumanza- prosegue Debernardi- è che non si riscontrano problemi di pascolo abusivo. Quest’anno non abbiamo avuto segnalazioni di greggi che vengano fatti pascolare in proprietà private, quindi la situazione è piuttosto contenuta. Ritengo infine che, nonostante tutto, la pastorizia è una risorsa agricola importante, una tradizione delle nostre terre che non deve sicuramente andare persa ma valorizzata».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità