A SALUGGIA

Cantiere in via Roma, quattro mesi di lavori

Dopo via don Carra e via Lusani, parte anche questo intervento migliorativo in centro paese.

Cantiere in via Roma, quattro mesi di lavori
Vercellese, 31 Maggio 2020 ore 07:52

Cantiere in via Roma a Saluggia, quattro mesi di lavori. Dopo via don Carra e via Lusani, parte anche questo intervento migliorativo in centro paese.

Cantiere in via Roma

L’Amministrazione comunale del primo cittadino Firmino Barberis ha improntato i sue due mandati amministrativi su un piano di restyling del centro storico. E così mentre nei primi cinque anni gli interventi maggiori erano stati quelli su via don Carra e via Lusani, dal 2017 ad oggi si è puntato su via Roma, con la realizzazione della piazza con 27 stalli di sosta, e il rifacimento delle tre piazze centrali (piazza Municipio, don Pollo e Francesco Donato).
Il primo intervento, già messo messo in cantiere, è quello di via Roma, direttrice molto importante perché è quella che da Crescentino porta al centro del paese oppure in direzione della frazione. E soprattutto perché è una delle vie dove sono presenti numerose attività lavorative oltre che abitazioni. E proprio ai titolari dei negozi che l’Amministrazione comunale ha voluto presentare il progetto nel pomeriggio di venerdì scorso.

L’intervento

«I lavori sarebbero dovuti partire a marzo – ha spiegato l’architetto Diego Cena – ma per via del Covid19 l’avvio lavori è slittato sino a giovedì 28. Il primo tratto di lavori è quello che va dall’incrocio con via Lusani fino a via Rampella. Per realizzare questo intervento abbiamo previsto una tempistica di 60 giorni. Per l’intero cantiere si prevede invece una tempistica di 120 giorni, cioè 4 mesi.
Per quanto concerne i lavori si può affermare che la via cambierà completamente aspetto. Infatti, spariranno i marciapiedi rialzati, saranno raso terra e davanti ad ogni porta di un’attività saranno posizionati dei piloncini con una catena affinché l’ingresso e l’uscita dei locali sia in sicurezza. Inoltre, saranno presenti, ai lati della corsia stradale, le cunette per lo scolo delle acque. L’arredo urbano previsto sarà quello già presente nel centro storico.
Spariranno i parcheggi mentre il carico e scarico sarà autorizzato: basterà togliere i piloncini (che sono appositamente rimovibili) per consentire la sosta temporanea del mezzo.
Il marciapiede sarà largo 1.36 metri, cioè quanto previsto dalla legge e in modo tale che sia percorribile anche dalle sedie a rotelle e dai passeggini».

Le critiche

Una presentazione che ha visto i titolari porre qualche quesito come la difficoltà per un corriere ogni qualvolta di rimuovere i piloncini oppure della pericolosità di un marciapiede a raso terra. C’è anche chi ha sottolineato che la chiusura della strada per quattro mesi era incisiva lui loro incassi ma il vicesindaco Libero Farinelli ha spiegato: «La strada non sarà chiusa tutta in contemporanea, infatti abbiamo previsto una viabilità temporanea che permetta a via Roma di diventare a doppio senso, sarà in vigore il divieto di sosta dunque i residenti dovranno parcheggiare in piazza Quaglino finché piazza Roma non sarà aperta».

Traffico deviato

Infatti, l’ordinanza firmata dal comandante della polizia municipale prevede il divieto di sosta lungo via General Demaria tra il civico 51 e 51/A e il doppio senso in via Roma, via alla quale potranno accedere i clienti per le commissioni e i residenti per tornare e uscire di casa. Infine è indicato che chi proviene da Crescentino sarà deviato in via San Sebastiano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità