Menu
Cerca
verso la svolta

Case di riposo, è il momento degli abbracci

Si può tornare a far visita agli anziani autosufficienti e non ospiti delle residenze.

Case di riposo, è il momento degli abbracci
Cronaca Vercellese, 15 Maggio 2021 ore 06:11

Si può tornare a far visita agli anziani autosufficienti e non ospiti delle residenze , delle strutture riabilitative così come alle persone ricoverate negli hospice. Lo ha deciso il Ministero della Salute Roberto Speranza che ha emesso apposita ordinanza.

Rsa, l'ora degli abbracci

Il Ministro ha insistito molto sul fatto che queste devono avvenire in piena sicurezza perché è necessario mantenere la massima attenzione, rispettare le regole e i protocolli previsti. Però sicuramente è stata recepita l'importanza di poter fare vedere i propri cari a chi per troppo tempo non è rimasto distante.

Le regole

La programmazione delle visite chiaramente deve tenere conto delle condizioni dell'ospite se è già stato vaccinato, quale sia il suo stato immunitario, l'età, la fragilità. E’ importante valutare anche le condizioni del visitatore e quali sono le caratteristiche della struttura stessa.
Un aspetto importante è rappresentato dai bisogni clinico-assistenziali terapeutici dell’ospite stesso ma anche di quelli psicologici affettivi educativi e formativi.
Per poter comunque accedere in casa di riposo è necessario avere il Green pass. Ovvero i visitatori dovranno essere vaccinati o aver effettuato un tampone nelle 24 ore precedenti alla visita oppure avere gli anticorpi in seguito all'infezione da SARS-covid.
E’ fondamentale che le visite vengono spalmate nel corso della giornata che non ci siano assembramenti . Inoltre l'ospite non potrà ricevere più di due visite alla volta. E’ chiaro che poi ci sono in eccezioni a seconda se si tratta di un paziente in fase di fine vita o se l'ospite è un minorenne.
E’ importante che le strutture si attrezzino con dei percorsi ben distinti di accesso e uscita. Inoltre va utilizzata la mascherina ffp2 e poi si chiede di privilegiare le visite in spazi aperti. Se invece non fosse possibile utilizzare questi ma sfruttare le sale interne queste vanno comunque sanificate in modo corretto e devono essere continuamente arieggiate.

Nuovi ingressi

Sono state emanate anche delle nuove regole per quanto riguarda gli ingressi nelle strutture socio sanitarie e socio assistenziale.
In pratica l’accettazione di nuovi ospiti è permessa nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali in cui non sono presenti ospiti positivi al covid-19. Quindi devono essere strutture covid free . Se ci sono ospiti positivi l’ingresso di nuovi ospiti è permesso solo nel caso in cui il modello organizzativo e strutturale garantisca una netta separazione delle attività dedicate agli ospiti covid-19 positivi rispetto a quelli covid free.

Chivasso
Don Davide Smiderle presidente dell’Opera Pia Clara di Chivasso e della Casa della Fraternità ha detto che le due strutture sono al lavoro per poter organizzare le visite in base alle direttive date dal Ministro Speranza. Lascia intendere che a breve si potrà tornare a una pseudo normalità. Ovviamente con prudenza e nel pieno rispetto delle direttive.
Crescentino

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Santo Spirito Borla di Crescentino spiega: «Finalmente, seppur con prudenza ed in sicurezza applicando le direttive stabilite dalla recentissima ordinanza del Ministero della Salute, potremo quanto prima aprire ai parenti. Faremo tutto il possibile per agevolare i tanto attesi incontri che, approfittando della stagione propizia, potranno anche avvenire nel bel parco della Residenza».

Cavagnolo
Nella Rsa «Cesare Pavese» di Cavagnolo si è svolto lo scorso mercoledì, un incontro tra la struttura e l’AslTo4, in cui sono stati affrontati tutti dettagli per riaprire insicurezza al più presto, come da indicazioni ministeriali di sabato. Per il momento vengono effettuate delle video chiamate tra ospiti e parenti videochiamate o visite dalla finestra.

Rondissone, Saluggia e Marcorengo
Le visite nella stagione estiva avvenivano all’esterno con il plexiglass divisore, attualmente era stata adibita una stanza vicino all’ingresso dove parente e ospite avevano accessi differenti e tutto era contingenta. Adesso si attende di comprendere le nuove direttive per agire in sicurezza.