per i saluggesi

Centro estivo gratuito: la scelta del Comune

Per aiutare le famiglie che stanno vivendo questo periodo molto difficile a causa della pandemia.

Centro estivo gratuito: la scelta del Comune
Vercellese, 13 Giugno 2020 ore 05:38

Centro estivo gratuito: la scelta del Comune di Saluggia per aiutare le famiglie che stanno vivendo questo periodo molto difficile a causa della pandemia.

Centro estivo gratuito

Dopo aver ridotto il costo della tassa rifiuti dell’80 per cento per tutti i cittadini, dopo aver azzerato (per molte famiglie) il costo della mensa e dello scuolabus nonché destinato un buon numero di aiuti a commercianti e cittadini durante l’emergenza Covid19, ora il Comune di Saluggia ha deciso di fare un altro regalo alla sua popolazione, il Centro estivo comunale.

La scelta

Infatti il servizio, che sarà erogato da una cooperativa che organizzerà le attività negli impianti comunali, tra cui le scuole del capoluogo e della frazione, sarà completamente gratuito per le famiglie che hanno bimbi tra i 3 e i 13 anni e che hanno deciso di far frequentare il centro.
«Si tratta di una risposta concreta alle famiglie – spiega l’Amministrazione nella delibera di Giunta – Da una parte i bambini, privati della possibilità di incontro sociale fra pari, del diritto al gioco e all’educazione, dall’altra i genitori, chiamati a riprendere l’attività lavorativa con problematiche importanti inerenti la conciliazione dei tempi di cura e lavoro. Per questo motivo si è voluto prestare la massima attenzione ai servizi educativi».
Naturalmente i genitori non dovranno nemmeno farsi carico dei costi della mensa, anche questi graveranno sul bilancio del Comune di Saluggia.

Ammessi 70 bimbi

Ma questo pesa questa scelta sul Comune? Nel testo delle delibera gli impegni di spesa sono chiari: «Lo stanziamento massimo è di 45 mila euro per il progetto di Centro estivo della fascia 6/13 anni (per un massimo di 50 bambini) e di 25 mila euro per il progetto di attività ricreativa e di cura pedagogica della fascia 3/5 anni (per un massimo di 25 bambini». Numeri dettati dalla necessità di rispettare comunque il distanziamento sociale.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità