Centro sportivo, «Sindaco, ci sono stati sempre tanti atleti e discipline»

Non passano inosservate le parole che il sindaco Diego Marchetti ha pronunciato nel commentare la nuova gestione.

Centro sportivo, «Sindaco, ci sono stati sempre tanti atleti e discipline»
Cronaca Vercellese, 07 Febbraio 2021 ore 05:45

Non passano inosservate le parole che il sindaco Diego Marchetti ha pronunciato nel commentare la nuova gestione del Centro sportivo di Cigliano. Sulle sue dichiarazioni interviene il capogruppo d’opposizione Bruna Filippi.

Centro sportivo, la replica di Filippi

Non passano inosservate le parole che il sindaco Diego Marchetti la scorsa settimana ha pronunciato nel commentare la nuova gestione del Centro sportivo di Cigliano. Sulle sue dichiarazioni interviene il capogruppo d’opposizione Bruna Filippi:

«Nel leggere il commento del sindaco riferito al Centro Sportivo “Il mio obiettivo, far tornare ad essere il centro sportivo un impianto della popolazione e non di solo poche persone”, si percepisce come lo stesso, prima della sua elezione, non conoscesse per nulla la vita del Centro stesso. In qualità di ex Assessore allo Sport, nel porgere le felicitazioni ai nuovi gestori, auguro agli stessi di registrare in futuro, le presenze che nel giro di 14 anni, si sono attivate e moltiplicate in modo esponenziale con l’incremento di squadre in molteplici discipline sportive e in diverse fasce di età, con l’alternarsi continuo di atleti, tali da registrare, circa mille persone a settimana. Ricordo al sindaco che per le continue e pressanti richieste ricevute, la Giunta Rigazio aveva trasformato la bocciofila in un Salone Sportivo Polivalente atto a consentire lo svolgimento di ulteriori attività sportive, che ogni giorno si svolgevano in contemporanea a quelle svolte in palestra. Sono sicura che i nuovi gestori saranno in grado di attivare come negli anni appena trascorsi, eventi sportivi non solo locali, ma Interregionali, Nazionali ed anche Internazionali, che porteranno a Cigliano una moltitudine di atleti e di genitori di altri territori, ospitati per alcuni giorni presso famiglie e ricezioni alberghiere, che hanno offerto un contribuito anche agli altri esercizi commerciali ed alla Festa Patronale di S. Emiliano, con esibizioni in Piazza. Rammento, che le stimolazioni sportive hanno favorito anche il ripristino della manifestazione sospesa nel 2000, “Cigliano a tutto sport”, durante la quale con il contributo di tutte le Associazioni Sportive del territorio, nei cinque – nove giorni consecutivi, sono state organizzate una serie di gare e di esibizioni svolte in contemporanea con un articolato puzzle, che hanno richiamato sempre una moltitudine di presenze. Il Centro sportivo è stato usufruito da moltissime persone, certo è che il sindaco, così come una parte della sua maggioranza, non può raccontare quanto fossero belle quelle giornate, quanto piacessero alla popolazione tutta, poiché non è mai risultato presente ad una sola di quelle manifestazioni e neppure alle iniziative che le associazioni unitamente all’ex gestore, hanno realizzato in altri molteplici periodi dell’anno. Se invece, si riferisce a ciò che è riuscito a distruggere poco dopo il suo insediamento, allora mi vede in perfetto accordo: dal 1 ottobre 2019, il Centro Sportivo gradatamente si è svuotato, gli atleti quasi ogni giorno, si sono trovati le porte ed i cancelli chiusi e riaperti solo dopo costanti e continue telefonate, nessuno è più potuto entrare liberamente nel Centro e per tutto il periodo estivo, quando ragazzi e ragazze avrebbero potuto trovare un po’ di svago è stato chiuso. Spesso, mi domando perché il nostro primo cittadino con le sue esternazioni cerca sempre di denigrare ciò che si è attivato in precedenza e mi chiedo altresì, ma che fine avranno fatto le 250 magliette di “Cigliano a tutto sport 2019” realizzate con il supporto di generosi sponsor ciglianesi, dopo che la sottoscritta le ha consegnate al vicesindaco, unitamente a tutto il programma rigorosamente predisposto in ogni dettaglio? Purtroppo non trovo risposte, ma sono contenta che dopo la lunga sospensione delle attività legate alla pandemia, lunedì 1 febbraio, finalmente come da calendario emanato dalle Federazioni Sportive, sono iniziate nuovamente le esercitazioni e le gare. E’ tutto pronto? Tutto predisposto? Mi auguro davvero di si, visto il lungo periodo di chiusura, per il bene degli atleti, delle loro Società e dei nuovi gestori».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli