Cronaca
TORINO

Cibo in cattivo stato di conservazione, chiuso un kebab LE FOTO

Durante i controlli alla Crocetta.

Cibo in cattivo stato di conservazione, chiuso un kebab LE FOTO
Cronaca Torino, 15 Gennaio 2022 ore 15:03

Lo scorso mercoledì mattina, personale del Commissariato San Secondo di Torino, coadiuvato da personale dell’Arma dei carabinieri “Borgo San Secondo”, della Polizia Municipale Sezione “Centro” e da Ispettori del Servizio Asl Sicurezza Igiene e alimenti, ha effettuato un controllo del territorio nel quartiere Crocetta.

Controlli alla Crocetta

Lo scorso mercoledì mattina, personale del Commissariato San Secondo di Torino, coadiuvato da personale dell’Arma dei carabinieri “Borgo San Secondo”, della Polizia Municipale Sezione “Centro” e da Ispettori del Servizio Asl Sicurezza Igiene e alimenti, ha effettuato un controllo del territorio nel quartiere Crocetta.

Trovato cibo in cattivo stato di conservazione

Fra gli esercizi commerciali controllati, un Kebab di corso Sommelier, già oggetto nel 2019 di controlli e sanzioni da parte dell’ASL. Anche questa volta, il locale, gestito da un cittadino di nazionalità turca di 32 anni, risultava non rispettare le condizioni igieniche minime. Palese la presenza di alimentari in cattivo stato di conservazione: in particolare, nel congelatore a pozzo, era presente un kebab già cotto, in parte consumato e poi sottoposto a ricongelamento, nonchè 11 hamburger privi di protezione, incrostati di ghiaccio, e 25 kg di yogurt mantenuti fuori frigo, a temperatura vietata dalle norme sanitarie. Nel locale, poi, non era stato esposto il cartello relativa alla capienza massima di persone ammesse.

Chiuso un kebab

Gli ispettori dell’ASL provvedevano alla immediata sospensione dell’attività sino al ripristino delle condizioni igienico/sanitarie idonee mentre personale della Polizia di Stato ha proceduto alla chiusura per 5 giorni per inosservanza della normativa anticovid.

Kebab 2
Foto 1 di 3
Kebab
Foto 2 di 3
Kebab 1
Foto 3 di 3
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter