Rapina al supermercato con pistole e fucile a pompa: arrestato il commando. Anche un 19enne di San Mauro nella banda (il video dell'assalto)

In manette Massimiliano Re, di 19 anni 

Rapina al supermercato con pistole e fucile a pompa: arrestato il commando. Anche un 19enne di San Mauro nella banda (il video dell'assalto)
Cronaca 26 Gennaio 2017 ore 11:58

In manette Massimiliano Re, di 19 anni 

C'è anche un sanmaurese di 19 anni tra i membri della pericolosa banda criminale che è stata sgominata dai carabinieri della sezione Antirapina del Nucleo Investigativo di Torino. Si tratta di Massimiliano Re, residente a San Mauro, che risultata a tutti gli effetti componente della banda che lo scorso 12 settembre 2016 aveva messo a segno una violenta rapina in provincia di Torino.

La rapina 
Erano entrati nel centro commerciale Esselunga di Moncalieri armati di pistole e fucile a pompa puntando le armi contro donne e bambini. Ora, dopo una lunga indagine partita proprio dalla rapina dello scorso 12 settembre, cinque persone sono in carcere dopo l'esecuzione di altrettante misure di custodia cautelare emesse dal Gip di Torino su richiesta della Procura. Il colpo era andato in scena intorno alle 19, mentre all'interno del supermercato si trovavano circa 80 persone. I banditi hanno minacciato i clienti e i dipendenti dell'esercizio commerciale, costringendo alcuni di loro ad inginocchiarsi o sdraiarsi a terra e puntando le armi anche contro i bambini. In quest'occasione, secondo quanto emerge dalle risultanze delle indagini, il sanmaurese Massimiliano Re non aveva partecipato al colpo, pur facendo parte del sodalizio criminale. Il blitz che ha portato all'arresto dei 5 malviventi si è svolto nelle prime ore di martedì 24 gennaio, quando i carabinieri del Nucleo Investigativo - sezione Antirapina, sono entrati in azione con il supporto dei colleghi competenti per territorio. Nel corso delle attività gli inquirenti hanno scoperto, in particolare, altre due rapine aggravate ai danni di esercizi commerciali. In occasione, per esempio della rapina alla sala giochi "Admiral Club" di Torino, il sanmaurese avrebbe avuto il compito di "ariete". E' stato lui, secondo quanto emerso dalle indagini, a farsi aprire la porta della sala giochi per permettere agli altri banditi di entrare all'interno dei locali. La banda, pertanto, è sospettata di aver messo a segno altri colpi, come quello ai danni del negozio di alimentari "Weekend".

Gli altri arrestati
I loro nomi sono: Michele Mercurio torinese 18 anni, disoccupato, il torinese Roberto Mercurio di 34 anni, Lazaj Sajmir albanese di 30 anni, residente a Torino e Raimond Florian, romeno, 19 anni.