coronavirus

Concessionaria d’auto offre tampone rapido ai clienti

Durante il periodo che va dal 29 dicembre al 9 gennaio.

Concessionaria d’auto offre tampone rapido ai clienti
Cronaca Torino, 31 Dicembre 2020 ore 11:56

Tampone rapido a Torino per il Covid in concessionaria: è la curiosa  iniziativa di un rivenditore di automobili di Torino. Come riporta PrimaTorino.it.

Tampone rapido per i clienti di autoingros

Ha preso inizio ieri,  mercoledì 29 dicembre e terminerà il 9 gennaio 2021 (fino a esaurimento scorte), l’iniziativa di Autoingros di Corso Rosselli a Torino, la concessionaria che fa capo al Gruppo Intergea leader nella distribuzione auto in Italia. L’idea è offrire alla propria clientela la possibilità di effettuare un test autodiagnostico per il Covid e di trascorrere serenamente le festività di fine anno.

Test Covid in concessionaria: come funziona

Durante il periodo che va dal 29 dicembre al 9 gennaio, all’ingresso del rivenditore un incaricato, dopo aver rilevato la temperatura e i dati del cliente e acquisito la dichiarazione che, per quanto di sua conoscenza, non sia stato in contatto con persone positive nei 15 giorni precedenti, consegna il kit per il test rapido. Il cliente, seguendo le istruzioni, potrà così effettuare il tampone in autonomia in apposita area dedicata dove, con garanzia della massima riservatezza e privacy, avrà modo di acquisirne l’esito.

Tampone rapido Torino: “Vicini ai clienti”

“L’iniziativa è in linea di continuità con quella che è da sempre la filosofia di Autoingros – dichiara Luca di Tanno, Amministratore Delegato della società torinese  – di offrire servizi in grado di stabilire una relazione e una vicinanza al cliente nella sua mobilità. In auto, ma non solo. Con il test rapido, infatti, i nostri clienti potranno vivere questo periodo natalizio con maggiore serenità e, pur in un momento di grande attenzione a rispettare le regole di distanziamento, le norme e le precauzioni dettate per l’utilizzo di test rapidi, proteggere i parenti e gli amici con i quali pensano di passare qualche momento di festa”.

 

LEGGI ANCHE:

Il 70% del personale Rsa rifiuta il vaccino, ecco perché

Nutrie impiccate al balcone per cucinarle, scandalo sul web

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità