a torino

Conte telefona al poliziotto-eroe che ha sventato una violenza domestica

La donna aveva chiamato per chiedere aiuto fingendo di voler ordinare una pizza.

Conte telefona al poliziotto-eroe che ha sventato una violenza domestica
Torino, 06 Agosto 2020 ore 14:06

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha chiamato al telefono l’Agente della Polizia di Stato Vincenzo Maria Tripodi per congratularsi per la professionalità dimostrata con la donna vittime di violenze che aveva contattato gli agenti fingendo di ordinare una pizza.  Come riporta PrimaTorino.it.

Conte chiama il poliziotto per congratularsi

Vincenzo Maria Tripodi ha 27 anni e da quando era bambino ha sempre sognato di diventare un agente di polizia.
Da Reggio Calabria è andato alla scuola di Polizia di Peschiera del Garda per il corso di formazione e, a dicembre, ha ottenuto il suo primo incarico a Torino. Nei giorni scorsi è riuscito a sventare una violenza domestica e così il premier Giuseppe Conte gli ha telefonato per congratularsi. 

La vicenda

Vincenzo Maria Tripodi assegnato alla centrale operativa della Questura era di turno anche domenica sera, quando è arrivata l’insolita telefonata di una donna dall’accento sudamericano che ha finto di ordinare una pizza mentre stava chiedendo aiuto fra le righe per scampare alla violenza del suo compagno. Contemporaneamente sul monitor del computer è comparsa l’annotazione dell’operatore del numero unico di emergenza Uno Uno Due, che segnalava la chiamata come possibile richiesta di aiuto. A quel punto Vincenzo ha messo in pratica il protocollo per la gestione dei casi di emergenza: “Le ho domandato se fosse consapevole di aver contattato la Polizia e, dopo il primo “sì”, le ho chiesto se stesse bene. Ma la risposta è stata negativa”. Il premier Conte ha telefonato a Tripodi per complimentarsi per l’efficienza e la sensibilità che hanno permesso di far scattare la macchina degli aiuti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità