fase 2

Coronavirus, si va verso la mascherina obbligatoria anche all’aperto

Un provvedimento, che se sarà attivato, durerà sei giorni.

Coronavirus, si va verso la mascherina obbligatoria anche all’aperto
Chivasso, 27 Maggio 2020 ore 12:52

Da domani, giovedì 28 maggio  fino a martedì 2 giugno, in Piemonte potrebbe scattare l’obbligo di indossare le mascherine anche nei luoghi aperti.

Mascherine obbligatorie anche nei luoghi aperti

Obbligo di mascherine anche nei luoghi aperti di tutto il Piemonte.  E’ questa  l’ipotesi al vaglio della Regione Piemonte e della Prefettura di Torino per scongiurare il rischio di contagio da Covid-19.  Si temono infatti situazioni di assembramento per il prossimo fine settimana e per martedì 2 Giugno. Nei giorni scorsi infatti, si sono verificate situazioni di assembramento con i locali aperti e lo spettacolo delle Frecce Tricolore a Torino.

La decisione

La decisione sarà presa oggi, mercoledì 27 maggio, e verte a non creare un aumento dei contagi e quindi vanificare gli sforzi fatti durante il periodo del lock.

La decisione di Settimo Torinese

A Settimo Torinese, da ieri, martedì 26 maggio 2020, è obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto e comunque in quei luoghi pubblici e privati (accessibili al pubblico) che con possano garantire il distanziamento sociale di almeno due metri tra una persona e l’altra. E’ quanto ha stabilito la sindaca Elena Piastra con un’ordinanza ad hoc firmata nel pomeriggio di lunedì 25. Forse una scelta che sarà seguita da molte amministrazioni locali del territorio che, come a Settimo, hanno notato un incremento dei contagi da Covid dopo un periodo di costante ribasso.

La situazione dei contagi

La situazione di ieri, mercoledì 27 maggio vedeva  30.314 persone contagiate in Piemonte (+86 rispetto a lunedì, di cui 24 rilevati nelle Rsa) le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte: 3.874 in provincia di Alessandria, 1.790 in provincia di Asti, 1.032 in provincia di Biella, 2.752 in provincia di Cuneo, 2.664 in provincia di Novara, 15.460 in provincia di Torino, 1.288 in provincia di Vercelli, 1.106 nel Verbano-Cusio-Ossola, 254 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 94 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 70 (-2 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.162 (-65 rispetto a ieri).  Le persone in isolamento domiciliare sono 5.709 I tamponi diagnostici finora processati sono 293.473, di cui 163.476 risultati negativi.

I guariti

I pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 15.935.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità