EMERGENZA

Covid19, da lunedì si fanno i tamponi anche a Cavagnolo LE FOTO

Il progetto dell'Asl To4 con l'Amministrazione di Gavazza.

Covid19, da lunedì si fanno i tamponi anche a Cavagnolo LE FOTO
Chivasso, 14 Novembre 2020 ore 05:28

Da lunedì 16 novembre sarà operativo il nuovo Hot spot di Cavagnolo per l’esecuzione di test rapidi (tamponi naso-faringei antigenici) per il virus Covid19 dedicato alle scuole, a coloro che rientrano da Paesi per i quali vige l’obbligo del test e per tutti i casi ritenuti necessari dal SISP (Servizio di Igiene e Sanità Pubblica) dell’ASL.

Covid19, da lunedì si fanno i tamponi anche a Cavagnolo

Questo Punto di accesso si aggiunge agli altri sei già operativi sul territorio aziendale, ma dedicati all’esecuzione di tamponi molecolari tradizionali. La sede dell’Hot spot di Cavagnolo è in via XXIV Maggio n. 35 (presso il piazzale del Palazzetto dello Sport) e l’apertura, sempre con modalità “drive-through” (senza scendere dall’auto), è da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle 14.30 su prenotazione di data e ora da parte del proprio Medico di famiglia o Pediatra di libera scelta o di un Medico del SISP.
La ricerca scientifica ha permesso di sviluppare nuove metodiche diagnostiche per la determinazione del contagio virale nella popolazione che, specifiche per il virus SARS-CoV-2, utilizzano la metodica della reazione antigene anticorpo e forniscono l’esito in circa quindici minuti. Questi test hanno specificità (cioè la capacità di individuare i veri positivi) quasi uguale ai test molecolari e hanno sensibilità (cioè la capacità di individuare i veri negativi) minore, che però tende ad allinearsi se l’esame viene effettuato nell’immediatezza del prelievo e nelle fasi strettamente presintomatiche o sintomatiche.

Progetto dell’Asl To4

Commenta il Commissario dell’ASL TO4, dottor Luigi Vercellino: “Il nostro progetto era quello di organizzare due Hot spot dedicati all’esecuzione di tamponi antigenici rapidi, uno nell’area sud del territorio aziendale e uno nell’area nord. E’ un progetto che stiamo realizzando facendo sistema con due Amministrazioni Comunali del territorio: il primo lo apriremo da lunedì, grazie alla collaborazione del Sindaco di Cavagnolo, che ringraziamo con sincera riconoscenza”. E aggiunge: “Questi due Hot spot per i tamponi antigenici rapidi ci permettono di rendere più appropriato l’utilizzo del tampone molecolare «classico» e, in particolare, di soddisfare l’aumentata necessità di effettuazione di tamponi e di ridurre i tempi di attesa dell’esito del test e il rapporto tra tamponi eseguiti e risorse impiegate”.
Ecco le indicazioni per i tamponi antigenici rapidi: soggetti sintomatici compatibili Covid; soggetti paucisintomatici; soggetti con sintomi atipici; contatti stretti asintomatici di un caso confermato; soggetti asintomatici provenienti da Paesi a rischio, come indicato da disposizioni nazionali.

Le parole del sindaco

Conclude il Sindaco di Cavagnolo, Andrea Gavazza: “Per combattere il contagio servono distanze e protezioni, ma servono anche più tamponi: a Cavagnolo si potranno fare su prenotazione del medico, in tutta sicurezza. Ci stiamo preparando ad accogliere al meglio un servizio di qualità a favore delle famiglie del territorio; ringrazio sin d’ora il Commissario e i Responsabili dell’ASL con cui abbiamo lavorato in questi giorni. Un grazie sentito alle Forze dell’ordine e alla Protezione civile che daranno supporto e agli operatori sanitari che saranno impegnati in questo servizio straordinario: siamo pronti”.

La riunione

Questa mattina, sabato 14 novembre 2020, si sta svolgendo davanti alla sede del nuovo punto hot spot un incontro alla presenza degli Amministratori del territorio, non solo di quelli di Cavagnolo.

In un primo tempo si svolgeranno 80 tamponi, quando invece il centro sarà a regime se ne faranno 150. I test si potranno svolgere solo su prenotazioni, dal lunedì al venerdì. Nel fine settimana non si potranno svolgere.

Il sindaco di Cavagnolo Andrea Gavazza insieme al comandante della polizia municipale, nonché coordinatore del punto tamponi, Franco Lomater:

Saranno coinvolti anche i carabinieri della stazione locale di Casalborgone. L’auspicio è che anche Crescentino metta a disposizione delle risorse umane. Invitiamo i Comuni limitrofi a mettere a disposizione i volontari.

5 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PAGE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità