Cronaca
dalla regione

Crisi Microport, l'assessore Chiorino convoca un tavolo per il 14 marzo

Confermato il massimo impegno per scongiurare i licenziamenti e salvaguardare il patrimonio di professionalità sul territorio acquisito negli anni.

Crisi Microport, l'assessore Chiorino convoca un tavolo per il 14 marzo
Cronaca Vercellese, 04 Marzo 2022 ore 14:54

Confermato il massimo impegno per scongiurare i licenziamenti e salvaguardare il patrimonio di professionalità sul territorio acquisito negli anni.

Crisi Microport, l'assessore Chiorino convoca un tavolo

“Ogni crisi aziendale ci preoccupa fortemente per le ripercussioni sul piano economico locale ed evidentemente anche per il rischio occupazionale che ne consegue. Siamo consapevoli delle grandi difficoltà che in questo momento vivono i dipendenti della Microport insieme alle loro famiglie: come Regione siamo in prima linea per garantire il massimo impegno e sostegno ai lavoratori per trovare la migliore soluzione possibile che passi attraverso dialogo tra le parti, per evitare di mettere in pericolo anche solo un posto di lavoro. Per questo motivo, non appena abbiamo ricevuto la comunicazione ufficiale del mancato accordo, abbiamo provveduto immediatamente a convocare un tavolo di procedura per il prossimo 14 marzo in Assessorato. Garantisco il massimo impegno per scongiurare i licenziamenti annunciati, valutare con l'impresa le strade percorribili e salvaguardare il patrimonio di professionalità acquisito negli anni”. Lo dichiara l’assessore regionale al lavoro Elena Chiorino di Fratelli d’Italia a margine delle agitazioni di questa mattina, venerdì 4 marzo 2022, a registrate nel polo industriale di Saluggia dove i sindacalisti hanno organizzato un presidio, bloccando i cancelli, in segno di protesta per la crisi della Microport.

Il commento del consigliere regionale Carlo Riva Vercellotti

“Dobbiamo evitare con ogni strumento a nostra disposizione di impoverire un territorio già piegato dalla pandemia e dalla crisi economica: dietro ad ogni licenziamento c’è una famiglia, madri e padri che non possono essere lasciati soli dalle Istituzioni – ha commentato il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Carlo Riva Vercellotti, Presidente della I Commissione in Consiglio Regionale – voglio ringraziare l’Assessore Elena Chiorino che si è immediatamente attivata per la convocazione delle parti in Regione: l’auspicio è che si possano creare le condizioni, com’è stato per Livanova nel 2019, lavorando in sinergia tra territorio e Istituzioni sia per un rilancio della società e del comprensorio, sia per una ricollocazione degli esuberi a partire proprio dal comprensorio biomedicali, qualora non si riesca a convincere l’azienda a garantire l’occupazione di tutti”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter