Differenziata, arriva l’ispettore dei rifiuti a Chivasso

Il Comune in collaborazione con il Consorzio di Bacino 16.

Differenziata, arriva l’ispettore dei rifiuti a Chivasso
Chivasso, 07 Dicembre 2019 ore 06:00

Il Comune in collaborazione con il Consorzio di Bacino 16 ha istituito la figura dell’ispettore Ambientale comunale/consortile a tutela del territorio e dell’ambiente, per la prevenzione, la vigilanza ed il controllo del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Raccolta differenziata

Chivasso ha un nuovo Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani e per l’igiene del suolo, quello precedente risaliva al 1983. Il regolamento individua i principi generali e le linee guida della gestione dei rifiuti nell’ambito del territorio comunale. Si rifà alla bozza approvata nel maggio del 2016 dal Consorzio di Bacino 16 di cui il Consiglio Comunale di Chivasso ha preso atto riservandosi la facoltà di apportare modifiche prima dell’approvazione di un proprio regolamento comunale.
Vengono individuati i criteri organizzativi e gestionali del sistema raccolta rifiuti e le norme generali per il conferimento dei rifiuti urbani in base i ai principi di precauzione, di prevenzione, di proporzionalità, di responsabilizzazione e di cooperazione cui devono attenersi i cittadini e tutti i soggetti coinvolti nella produzione, nella distribuzione, nell’utilizzo e nel consumo di beni.

Arriva l’ispettore

Il Comune in collaborazione con il Consorzio di Bacino 16 ha istituito la figura dell’ispettore Ambientale comunale/consortile a tutela del territorio e dell’ambiente, per la prevenzione, la vigilanza ed il controllo del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti.
L’attività degli Ispettori Ambientali si pone come obiettivo di privilegiare gli interventi preventivi rispetto a quelli sanzionatori, attraverso un’opera di informazione, sensibilizzazione ed accompagnamento nei confronti dei cittadini.
Gli ispettori Ambientali acquisiscono comunque la qualifica di Pubblici Ufficiali con il compito di far rispettare regolamenti, ordinanze e disposizioni di legge.
Con l’approvazione del nuovo Regolamento l’Amministrazione ha a disposizione uno strumento fondamentale che, affiancandosi all’utilizzo delle nuove tecnologie di monitoraggio, consente di fare un ulteriore passo nella prosecuzione della campagna di controllo e di lotta all’abbandono di rifiuti.

Importante la gestione del rifiuto

Lo stile di vita attuale porta inevitabilmente alla produzione di rifiuti derivanti dai beni di utilizzo quotidiano, la corretta gestione di tali materiali deve coinvolgere tutti i soggetti interessati dal ciclo dei rifiuti, iniziando dai produttori di beni, passando dai venditori, per arrivare agli utilizzatori e di conseguenza ai soggetti preposti alla raccolta, al trasporto, allo smaltimento e il riciclo dei rifiuti.
La gestione dei rifiuti costituisce un’importante attività della società attuale.
Ognuno di noi ogni giorno nell’ambito delle proprie attività personali e lavorative produce necessariamente dei rifiuti e ognuno deve quindi avere consapevolezza dell’importanza dell’attivazione di azioni finalizzate alla limitazione della produzione della loro quantità, all’incentivazione della raccolta differenziata per il recupero dei materiali riutilizzabili.
Una raccolta ben fatta migliora la qualità della vita, contribuisce alla corretta gestione del territorio e alla sua difesa, aiuta alla salvaguardia delle condizioni igienico-sanitarie della collettività ed ambientali, favorendo inoltre un risparmio di materie prime e di fonti energetiche.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità